83 views 3 mins 0 comments

Il Cardinale Pierbattista Pizzaballa e il Cammino Vero Verso la Pace in Medio Oriente

In POLITICA
Maggio 09, 2024

Nel recente incontro in occasione della celebrazione di San Nicola a Bari, il Patriarca Latino di Gerusalemme, il Cardinale Pierbattista Pizzaballa, ha condiviso riflessioni incisive sulla tragica situazione attuale in Medio Oriente. Con un senso di urgenza moderato da un profondo realismo, il Cardinale ha delineato i passi necessari verso un’ardua ma indispensabile pacificazione.

“Iniziare un dialogo sulla pace in questo frangente può sembrare irrealistico e prematuro.” Con queste parole il Patriarca ha chiarito la sua visione della situazione attuale, ponendo l’accento sulla necessità immediata di un cessate il fuoco. L’allontanamento dalle ostilità non rappresenta solo un passo cruciale, ma il presupposto fondamentale per poter avviare un qualsiasi processo di guarigione e di costruzione di un dialogo costruttivo.

Il cardinale, con acume e sensibilità, ha sottolineato che il percorso verso la pace è intriso di complessità e richiederà un tempo considerevole. “Ci sono ferite profonde da medicare e un lavoro esigente da svolgere sul campo,” ha affermato, evidenziando la necessità di affrontare con pazienza e determinazione le radici del conflitto e le sue dolorose conseguenze.

Le parole del Patriarca trovano un’eco particolare a Bari, una città storicamente ponte tra l’Occidente e l’Oriente. Questa posizione unica ricorda l’importanza dell’apertura e del dialogo tra culture diverse, come strumenti potenti per superare divisioni e incomprensioni. “Non è tempo di erigere nuove barriere, ma di demolire quelle esistenti,” ha dichiarato il Cardinale, invitando a un approccio che favorisca l’incontro e il reciproco riconoscimento.

Nel suo messaggio, emerge chiaramente una distinzione tra il concetto di pace e quello di vittoria. Troppo spesso, infatti, la ricerca di un vincitore assoluto in un conflitto porta solo a soluzioni temporanee, che non affrontano le questioni di fondo. “È essenziale essere realistici e non confondere la pace con la vittoria,” ha continuato il Patriarca, suggerendo che una vera soluzione richiederà compromessi, empatia e un impegno prolungato da tutte le parti interessate.

Attraverso il suo messaggio, il Cardinale Pizzaballa non solo ha offerto una guida morale e spirituale, ma ha anche delineato un quadro pratico per avvicinare gradualmente le parti verso negoziazioni costruttive. La festa di San Nicola diventa così non solo un momento di celebrazione religiosa, ma anche una piattaforma per la promozione di una pace duratura e giusta nel cuore di uno dei conflitti più complessi del nostro tempo.

Concludendo, le parole del Patriarca di Gerusalemme a Bari rappresentano un promemoria potente della responsabilità collettiva di lavorare incessantemente per la pace, riconoscendo le difficoltà del cammino ma anche l’imperativo morale di perseguire la giustizia e la riconciliazione.