267 views 24 secs 0 comments

Ariano Irpino, il prof di musica chiede agli alunni di portare lo spartito di “Faccetta nera”. Il preside avvia procedura disciplinare.

In ATTUALITA', AVELLINO
Aprile 24, 2024
I fatti sono accaduti all’Istituto “Don Milani” di Ariano Irpino (Avellino): agli alunni delle medie è stato chiesto testo e spartito per cantare in classe l’inno fascista. Il preside ha censurato il docente: “La nostra costituzione è antifascista”.

Il preside dell’istituto ha subito avviato una procedura disciplinare nei confronti del docente, sottolineando che la nostra costituzione è antifascista e che una simile richiesta è in contrasto con i principi fondamentali della nostra società democratica. Un episodio che ha suscitato molte polemiche e indignazione da parte della comunità scolastica e della cittadinanza. Sarebbe opportuno che il docente si rendesse conto della gravità della sua richiesta, soprattutto in un contesto scolastico dove si dovrebbe promuovere l’educazione alla democrazia e al rispetto dei valori di uguaglianza e tolleranza. L’inno fascista è un simbolo di un regime totalitario che ha portato al peggio della storia del nostro Paese, e non ha alcun posto all’interno dell’ambiente scolastico. È importante che gli studenti siano educati alla consapevolezza storica e alla riflessione critica, e non che vengano esposti a ideologie pericolose e discriminatorie. L’episodio dell’istituto “Don Milani” è un monito a tutti noi affinché non si ripetano mai più simili situazioni, e si promuova invece un’educazione basata sui valori della democrazia, della libertà e della solidarietà.

di Mat. Lib.