204 views 32 secs 0 comments

Castelvolturno, latitante in manette. Francesco Abbinante era sfuggito al blitz di novembre scorso.

In CRONACA, NAPOLI
Maggio 10, 2024
Individuato dai Carabinieri in una villetta a Castelvolturno in provincia di Napoli.

Su delega del Procuratore della Repubblica di Napoli, si comunica che il 9 maggio 2024 personale dei Carabinieri della Compagnia di Napoli Stella, coadiuvati in fase esecutiva da quelli del Nucleo Investigativo di Napoli, in seguito a ininterrotta attività d’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno rintracciato e dato esecuzione a una misura cautelare in carcere nei confronti di Francesco Abbinante, 25 anni, sfuggito alla cattura disposta dal Tribunale di Napoli in seguito ad attività diretta dalla DDA, del 7 novembre scorso, che vedeva coinvolti 37 indagati per associazione per delinquere finalizzata alle estorsioni e al traffico di stupefacenti, appartenenti al “clan Abbinante”, di cui Francesco è considerato l’attuale reggente. L’indagato era stato raggiunto da dichiarazione di latitanza il 9 gennaio 2024. L’uomo è stato rintracciato nel Comune di Castelvolturno, in provincia di Napoli, ed era solo al momento dell’accesso all’interno dell’abitazione dove si trovava. Il provvedimento restrittivo eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione ed il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini, quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.

di Marco Iandolo