285 views 51 secs 0 comments

La storia di una donna sciamana in scena ad Avellino con l’autrice Corinne Baroni.

In APPUNTAMENTI, AVELLINO
Aprile 24, 2024
Con l'esecuzione in prima assoluta per l'Italia del melologo “Le Tre donne”.

Un affermato direttore di teatro racconta la storia di una donna sciamana, sua madre.  Corinne Baroni, direttore del Teatro Coccia di Novara, presenterà sabato 27 aprile, alle 18,00, presso il circolo della Stampa di Avellino il suo libro intitolato “Mia madre donna sciamana. Senza nessun perchè” di Santelli editore.

Un viaggio nel tempo, tra i ricordi familiari, per ricostruire la figura di una donna, del suo difficile cammino, della sua particolare e misteriosa sensibilità, posta al servizio delle altre persone.

Un percorso, quello compiuto dall’autrice, alla ricerca dell’equilibrio interiore ed esistenziale.

L’appuntamento, organizzato da FS event e Ateneo Alea, con la direzione artistica di Raffaella Bellezza, sarà una sorta di ponte tra le pagine scritte sulle straordinarie vicende di una donna sciamana e le suggestive atmosfere musicali del melologo “Le tre donne” composto da Marco Taralli, su testi del regista e librettista Fabio Ceresa, che verrà messo in scena nel corso della serata, dal soprano Lucia Gaeta del Teatro San Carlo di Napoli e dal pianista Simone Maria Anziano.

Un evento originale che non poteva che avere come protagonista principale, una professionista del settore artistico, come Corinne Baroni, che in questi anni si è distinta per l’innovazione della proposta culturale, segnalandosi anche come ideatrice di “Alienati”, la prima Opera “smart working” al mondo, prodotta durante l’emergenza Covid 19 dalla Fondazone Teatro Coccia.

di Mat. Lib.