99 views 2 mins 0 comments

Leggera Crescita per l’Edilizia Residenziale nel Terzo Trimestre 2023

In ECONOMIA
Gennaio 12, 2024
Stabile il numero di nuove abitazioni mentre la superficie abitabile registra un modesto aumento, in controtendenza la flessione del settore non residenziale.

La domanda di nuove abitazioni sembra mantenere la sua stabilità in Italia, come evidenzia l’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) con i dati relativi al terzo trimestre del 2023. Nonostante l’economia nazionale si stia confrontando con sfide significative e un contesto globale incerto, il settore residenziale mostra segnali di lieve crescita.

Secondo le ultime rilevazioni, il numero di abitazioni nei nuovi fabbricati residenziali è rimasto sostanzialmente invariato, attestandosi intorno alle 13.606 unità. Più interessante, tuttavia, è l’incremento di superficie utile abitabile che segna un +0,3% rispetto al trimestre precedente, con un totale che supera di poco gli 1,19 milioni di metri quadrati.

Questi dati rivelano una tendenza verso un leggero ma continuo interessamento verso la qualità e la spaziosità degli alloggi italiani, suggerendo che le famiglie e gli individui stiano cercando non solo una casa, ma uno spazio più ampio e confortevole da chiamare “casa”.

Contemporaneamente, il settore edilizio non residenziale sta vivendo un periodo più difficile con una significativa diminuzione, -13,9% rispetto al secondo trimestre del 2023 e del -6,6% se confrontato con lo stesso trimestre del precedente anno. Questo consistente calo potrebbe essere indicativo di una cautela maggiore da parte degli investitori oppure di cambiamenti più profondi in atto nell’economia e nelle esigenze del mercato lavorativo, sempre più orientato verso il lavoro agile e flessibile.

In termini tendenziali, mentre la superficie residenziale mostra un lieve incremento (+0,4%), il numero delle abitazioni ha subito una piccola contrazione del -0,9% quando confrontato con lo stesso periodo dell’anno precedente. Ciò suggerisce che l’interesse per nuove costruzioni potrebbe essere condizionato dalle attuali pressioni economiche e da un mercato immobiliare in continua evoluzione.

Questi cambiamenti nel paesaggio edilizio italiano delineano una situazione complessa, in cui il settore residenziale si sforza di mantenere il suo ritmo in un’integrazione di stabilità e leggera crescita, al contrario di quello non residenziale che sembra incontrare maggiori difficoltà. Gli analisti del settore continuano a monitorare con attenzione le diverse dinamiche per fornire una lettura accurata che possa guidare i policy makers e gli attori del mercato nelle loro decisioni future.