78 views 3 mins 0 comments

Milano e Roma, regine del mercato immobiliare di lusso per gli stranieri

In ECONOMIA
Maggio 12, 2024

Milano e Roma si confermano come le metropoli italiane più ambite dagli acquirenti stranieri desiderosi di investire nel settore immobiliare di lusso. Questa tendenza non solo riflette la continua attrattività delle nostre città nel panorama internazionale, ma solleva anche interessanti questioni sullo sviluppo urbano e sulle dinamiche di mercato correnti.

In dettaglio, il capoluogo lombardo attira il 19% delle richieste totali di proprietà di alta gamma, posizionandosi leggermente al di sopra della capitale, che ricopre una quota del 18,6%. Tale dato emerge da un recente studio condotto da LuxuryEstate.com in collaborazione con Immobiliare.it, due piattaforme leader nel segmento degli immobili di pregio.

Oltre alle due grandi protagoniste, altre località italiane si fanno strada in questo esclusivo segmento del mercato immobiliare. Tradizionale crocevia di desideri e immaginazione, Como, con le sue ville storiche affacciate sull’idilliaco lago, si guadagna l’ambito quinto posto. Questa posizione è indicativa dell’apprezzamento internazionale per la qualità della vita e la bellezza naturalistica offerte dalla Lombardia e dall’Italia in generale.

Subito dopo Como, troviamo Capri. L’isola, con una percentuale che sfiora il 2,5% delle preferenze espresse da acquirenti stranieri, sopraffà anche una città dal ricco patrimonio culturale e storico come Napoli, la quale si ferma all’1,6%. Altre mete richiestissime includono Torino, Portofino e Forte dei Marmi. Portofino e Forte dei Marmi, note per le loro affascinanti atmosfere vacanziere e di esclusività, intercettano rispettivamente l’1,3% e l’1% delle ricerche immobiliari dall’estero.

Questa analisi fotografa un fenomeno interessante: mentre le grandi città continuano ad attrarre un flusso costante di investimenti, alcune tra le località più caratteristiche e pittoresche del nostro paese emergono come contendenti di peso nel mercato del lusso, dimostrando che il fascino dell’Italia risiede in una varietà sorprendente di contesti e scenari.

Per comprendere meglio questi trend, è fondamentale considerare vari fattori, tra cui le politiche di sviluppo urbano volte a preservare il patrimonio storico e culturale. Questo esercizio di equilibrio tra modernizzazione e conservazione è vitale per mantenere l’attrattività di queste località, sia in termini di qualità della vita sia per il mantenimento di un’immagine che continua a sedurre su scala globale.

Inoltre, l’interesse crescente per le proprietà di lusso può essere interpretato come un segnale positivo per l’economia generale. Investimenti in questo settore spesso accompagnano e stimolano ulteriori sviluppi infrastrutturali e commerciali, beneficiando l’economia locale e creando nuove opportunità di lavoro.

In conclusione, mentre Milano e Roma rimangono i fari principali per gli investitori stranieri nel settore immobiliare di lusso, il prestigio di località come Como e Capri ricorda quanto sia diversificato e ricco il tessuto urbano e culturale del nostro paese. Monitorare questi trend non è solo utile per gli investitori e gli operatori del settore, ma offre anche spunti preziosi per le politiche urbane e per la comprensione globale delle dinamiche economiche italiane.