80 views 3 mins 0 comments

“Settant’anni di Storia: La Rai festeggia il suo ruolo di garante del pluralismo e della democrazia”

In POLITICA
Gennaio 03, 2024
La premier Giorgia Meloni rende omaggio al Servizio Pubblico in occasione del settantesimo anniversario, sottolineandone l'importanza nell'èra multimediale.

Era il lontano giorno d’inizio delle trasmissioni quando la Rai cominciò a porsi come protagonista indiscusso delle cronache italiane, tessendo quella narrazione collettiva che avrebbe accompagnato l’Italia nei suoi momentalisti chiave di evoluzione culturale, sociale e civile. A distanza di settant’anni, la televisione di Stato celebra un traguardo notevole, con la premier Giorgia Meloni che esprime il proprio riconoscimento per l’instancabile lavoro svolto dalla Rai nel dare voce e forma alla storia della Nazione.

Nel solco di un mercato che ha visto la propria natura radicalmente trasformarsi, diventando sempre più diversificato e competitivo con l’avvento delle nuove tecnologie e dei media digitali, il Servizio Pubblico radiotelevisivo e multimediale italiano si conferma come punto di riferimento per l’informazione, la cultura e l’intrattenimento, continuando a garantire quel pluralismo e quella democrazia che ne hanno sempre costituito i cardini fondanti.

I settant’anni di attività sono più che un traguardo: sono il simbolo di un’istituzione che è cresciuta insieme al suo popolo, adattandosi ai cambiamenti e alle sfide del tempo pur rimanendo fedele alla sua mission originaria. Dai primi trasmettitori in bianco e nero alle moderne piattaforme digitali, la Rai ha saputo evolversi, pur tra alti e bassi, rimanendo un porto sicuro in cui la cittadinanza può trovare un’informazione affidabile e imparziale.

In una nota ufficiale, la premier Meloni non manca di sottolineare l’importanza del servizio svolto dalla Rai, ringraziando coloro che quotidianamente lavorano per rendere funzionale il servizio all’interno del contesto nazionale e internazionale. Inoltre, essa riconosce come, anche nell’era delle pay TV e delle piattaforme streaming, la Rai mantenga un ruolo cruciale nella promozione di una cultura inclusiva e accessibile a tutti.

L’anniversario diviene così occasione per riflettere sul valore che la Rai ha per l’Italia, non soltanto come mezzo di trasmissione di programmi televisivi e radiofonici, ma anche come archivio vivo della memoria collettiva e come laboratorio in cui si continuano a sperimentare nuovi linguaggi e forme di comunicazione all’avanguardia.

Oggi, il pacchetto Rai offre un’ampia varietà di canali e servizi in grado di soddisfare gusti e fasce d’età diversificate, dimostrandosi competitiva anche all’estero. Dunque, il settantesimo anniversario della Rai non è soltanto un momento di celebrazione, ma anche l’opportunità per riaffermare l’importanza del servizio pubblico nel panorama mediatico del XXI secolo, un pilastro su cui si regge l’equilibrio informativo e culturale di una società democratica.