76 views 2 mins 0 comments

Alessandra Todde conquista gli elettori leghisti a Cagliari

In POLITICA
Febbraio 28, 2024
Uno studio dell'Istituto Cattaneo rileva il sostegno trasversale alla candidata del centrosinistra, con un impatto marginale dei "tradimenti" leghisti sulla sconfitta di Truzzu.

La politica sarda registra un fenomeno elettorale di rilievo nelle ultime elezioni regionali a Cagliari, dove più di un terzo degli elettori della Lega ha scelto di appoggiare Alessandra Todde, candidata del centrosinistra. Il dato emerge dall’analisi condotta dall’Istituto Cattaneo, che ha scrutato i risultati per comprendere le dinamiche di voto nell’isola.

Contrariamente alle previsioni, la distribuzione dei voti mostra una significativa mobilità elettorale. A Cagliari, Alessandra Todde ha attratto l’1,5% dei voti provenienti dalla lista della Lega, che complessivamente aveva ottenuto il 3,6%. La situazione appare diversa a Sassari, dove il sostegno degli elettori leghisti a Todde si attesta solamente allo 0,3% della loro quota totale del 2,6%.

Tuttavia, l’analisi dell’Istituto Cattaneo precisa che i dati raccolti non sono conclusivi riguardo al peso effettivo dei cosiddetti “tradimenti” all’interno dell’elettorato leghista. È stato enfatizzato che non sarebbe corretto attribuire l’insuccesso del candidato leghista Paolo Truzzu unicamente ai voti dissenzienti provenienti dal suo stesso schieramento.

La realtà del voto cagliaritano rivela che gli elettorati delle varie forze politiche – comprese quelle di destra e del “terzo polo” – hanno contribuito in modo sostanziale al successo di Todde, delineandola come l’unica candidata capace di raccogliere consensi dai sostenitori di altre coalizioni. In particolare, si evidenzia come Alessandra Todde abbia ottenuto voti non solo da parte degli elettori di formazioni politiche moderate ma anche da quelli dei partiti di centrodestra.

La sorpresa del risultato elettorale sardo, quindi, si spiega analizzando le qualità personali dei candidati presi in considerazione dagli elettori, ma è soprattutto il carisma di Alessandra Todde a emergere come fattore determinante. La neo-presidente ha saputo attrarre l’attenzione e ottenere il supporto convincente del Partito Democratico sardo, un’alleanza che ha sicuramente rafforzato la sua posizione nell’arena politica regionale.

In conclusione, se è vero che gli spostamenti dell’elettorato leghista hanno avuto un ruolo nelle ultime regionali a Cagliari, è l’apprezzamento trasversale per le capacità e per il profilo di Alessandra Todde a rappresentare la vera chiave di volta per la comprensione dell’esito elettorale.