24 views 2 mins 0 comments

Ford Imposta la Marcia Elettrica in Spagna

In ECONOMIA
Marzo 28, 2024

La Ford Motor Company ha acceso i riflettori sulla propria divisione spagnola, con un annuncio che ha riscaldato gli animi dei lavoratori e dei rappresentanti sindacali in un periodo di palpabile apprensione per il futuro industriale. Nel corso di un vertice con i rappresentanti del lavoro, l’azienda ha confermato l’avvio di un progetto industriale per la fabbricazione di un nuovo veicolo “multi-energia” presso il proprio impianto di Almussafes, nei pressi di Valencia.

Il piano annunciato segna un momento di svolta per la fabbrica spagnola, che negli ultimi mesi si è trovata a navigare in acque turbolente, alle prese con la cassa integrazione che ha coinvolto fino a 700 dipendenti. La decisione di produrre veicoli elettrici, in linea con l’attuale marcia verso la transizione energetica nel settore automotive, proietta lo stabilimento verso una nuova era di stabilità produttiva.

Il Primo Ministro spagnolo, Pedro Sánchez, ha espresso grande soddisfazione per l’investimento di Ford, ribadendo l’importanza strategica della notizia per l’economia locale e nazionale, nonché per la forza lavoro di Ford Spagna. Con una visione forte sul futuro, l’azienda ha dunque riaffermato la sua fiducia nella pianta valenciana, storicamente uno dei bastioni della produzione Ford in Europa.

Nonostante la specificità del nuovo modello di veicolo non sia ancora stata divulgata, l’annuncio ha assunto un valore simbolico importante, soprattutto in vista del monomarca Kuga, l’unico modello che, dal prossimo 17 aprile, continuerà ad essere prodotto nel sito di Almussafes.

Il progetto, che vedrà l’effettiva produzione iniziare nel 2025, arriva in un periodo in cui il gigante dell’auto ha esitato sui piani di investimento a causa dell’instabilità degli scenari di mercato. Con questo passo, Ford si pone in una posizione di leadership nel campo della mobilità elettrica, rinforzando la propria presenza industriale in Europa e spianando la strada a un futuro più sostenibile e innovativo. La scommessa su Almussafes potrebbe dunque rivelarsi un punto di riferimento e un esempio virtuoso per l’industria automobilistica globale nell’impegno verso la riduzione dell’impatto ambientale.