414 views 3 mins 0 comments

Futuro incerto per l’accordo Ita-Lufthansa: settimane decisive in vista del giudizio europeo

In ECONOMIA
Maggio 18, 2024

La prossima settimana si rivela cruciale per la definizione del futuro dell’accordo tra ITA Airways e Lufthansa, con l’Antitrust dell’Unione Europea che gioca un ruolo chiave nel valutare il pacchetto di impegni proposto dalle due compagnie aeree. Questa analisi è fondamentale per determinare se il partenariato previsto rispetti i criteri di concorrenza richiesti dall’UE.

Attualmente, i termini negoziati tra le due compagnie sulla gestione dello scalo di Milano Linate, le trattative su rotte a corto raggio che collegano l’Italia con il cuore dell’Europa e le connessioni a lungo raggio da Roma Fiumicino verso il Nord America sono sotto esame. Finora, queste proposte sono state giudicate lacunose dalle autorità europee, palesando la necessità di revisioni sostanziali per ottenere il benestare della Commissione.

Le autorità europee, attraverso un processo di market test che si concluderà all’inizio della settimana prossima, stanno vagliando questi impegni. Una risposta positiva potrebbe delinearsi già nei primi giorni di giugno, trasformando radicalmente il paesaggio aereo europeo e potenziando significativamente la presenza di ITA e Lufthansa nel mercato. Tuttavia, l’assenza di miglioramenti concreti potrebbe portare a una decisione negativa, bloccando di fatto l’operazione.

In tale contesto, l’annuncio ufficiale è atteso non oltre il 4 luglio. Il verdetto sarà fondamentale non solo per le due aziende coinvolte ma anche per il più ampio settore del trasporto aereo, che da tempo osserva con interesse l’evolversi di questa potenziale alleanza.

L’esito di questa trattativa è particolarmente significativo per ITA Airways, nata dalle ceneri di Alitalia e ancora alla ricerca di una solida posizione nel mercato. Un’eventuale collaborazione con Lufthansa potrebbe rappresentare un’ancora di salvezza strategica, essenziale per rafforzare la sua presenza sia nei cieli europei che internazionali. D’altra parte, per Lufthansa, un accordo soddisfacente potrebbe significare un ampliamento del suo già imponente network aeromobile e una maggiore penetrazione in un mercato italiano altamente competitivo ma ricco di opportunità.

La Commissione Europea si trova quindi di fronte a un complesso equilibrio tra il sostegno alla crescita e l’integrazione del settore aereo europeo e la tutela della concorrenza. Questi sono giorni di attesa e riflessione, non solo per le compagnie aeree coinvolte ma per tutti gli attori del settore.

In questo scenario dinamico, l’importanza di un’attenta pianificazione e negoziazione è evidente, poiché le decisioni prese in questi giorni determineranno la configurazione futura del trasporto aereo, con impatti diretti su milioni di passeggeri e numerose realtà economiche collegate.

Concludendo, mentre gli occhi sono puntati sull’Unione Europea e sulle sue prossime mosse, il settore attende con trepidazione, sperando in un esito che favorisca la crescita, la competitività e l’innovazione, senza sacrificare la salute della concorrenza sul mercato europeo.