23 views 3 mins 0 comments

Il Mef si impegna per l’approvazione dell’acquisto di Ita Airways da parte di Lufthansa

In ECONOMIA
Marzo 25, 2024

In una fase cruciale per il futuro di Ita Airways, il Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) ha comunicato di aver ricevuto osservazioni importanti dalla Commissione Europea in relazione alla proposta di acquisizione di una quota di Ita Airways da parte di Lufthansa. La nota ufficiale del Ministero evidenzia una dedizione nel proseguire attivamente il dialogo con l’obiettivo di raggiungere un esito favorevole.

Secondo la nota, i rilievi espressi dall’ente europeo non sono stati resi pubblici, ma si presume che riguardino le condizioni di concorrenza e le normative del mercato unico. L’interesse di Lufthansa verso l’ex Alitalia, oggi Ita Airways, potrebbe incontrare ostacoli regolatori qualora si identifichino implicazioni anticoncorrenziali o limitazioni per i consumatori.

Il Mef ha espresso la volontà di affrontare queste problematiche, proponendo rimedi adeguati volti a garantire il rispetto dei regolamenti comunitari, pur sostenendo la strategia di sviluppo e consolidamento di Ita Airlines. La situazione richiede un bilanciamento delicato tra gli interessi commerciali e le politiche di liberalizzazione dei cieli europei, che cercano di promuovere la concorrenza equa e l’efficienza per i passeggeri.

Sono in gioco aspetti strategici e occupazionali, dato che una partnership o un acquisto parziale da parte di un gigante dell’aviazione come Lufthansa potrebbe trasformare Ita Airways in un player più solido e competitivo nel panorama aeronautico internazionale. Inoltre, un’operazione ben riuscita potrebbe avere ripercussioni positive sull’economia nazionale e sull’immagine del settore aereo italiano.

Il ministero dell’Economia ha fatto sapere che si sta adoperando nell’elaborazione di una risposta che sia in grado di soddisfare le esigenze indicate dalla Commissione Europea, per permettere che il processo di acquisizione possa andare avanti senza intoppi. Ciò implica la presentazione di un piano concreto di “rimedi” che potrebbe includere la cessione di slot aeroportuali, l’apertura a nuovi concorrenti o altre misure volte a preservare la competitività.

La tempistica per presentare tali proposte non è stata specificata, ma il Mef ha assicurato che l’operazione sarà intrapresa nel più breve tempo possibile, alludendo a una situazione in rapida evoluzione. Resta da vedere come l’interplay tra le richieste regolatorie dell’Unione Europea e le strategie del Mef si concretizzerà nei prossimi giorni o settimane, nonché quale sarà la risposta di Lufthansa alle eventuali condizioni poste per l’approvazione dell’acquisto. Nel frattempo, il settore aeronautico italiano e europeo osserva con attenzione gli sviluppi di questa trattativa, che potrebbe ridefinire gli equilibri competitivi nel cielo del Vecchio Continente.