330 views 3 mins 0 comments

Ilaria Salis: Un Impegno Contro l’Ascesa della Destra Estrema in Europa

In POLITICA
Maggio 26, 2024

Nel panorama politico attuale, caratterizzato da un crescente populismo e da movimenti estremisti, emergono figure come Ilaria Salis, che incarnano la lotta per i valori democratici e contro l’ascesa delle forze politiche che si richiamano all’ideologia fascista e nazista. Secondo quanto riportato da Roberto Salis, suo padre, durante un evento elettorale a Cagliari, Ilaria ha scelto di viaggiare fino in Ungheria per partecipare alle proteste in occasione del Giorno dell’onore, una commemorazione che sovente attira gruppi di estrema destra.

“Ilaria intende favorire la costruzione di un’Europa libera da governanze fasciste e naziste. È per questo che ha fatto sentire la sua voce in Ungheria, opponendosi a manifestazioni che glorificano periodi bui del nostro passato”, ha spiegato Roberto Salis, sottolineando l’impegno della figlia nel contrastare quelle che descrive come resurgenze preoccupanti delle ideologie del passato.

La determinazione di Ilaria nel contrastare le visioni ultranazionaliste non è un fuoco di paglia, ma si radica nel profondo legame che ha sempre avuto con valori di equità e inclusione. Da bambina, trascorreva le estati in Sardegna, dove secondo il racconto del padre, “sei mesi prima del suo arresto, abbiamo esplorato l’isola in moto, affrontando insieme le strade e i panorami”. Questi momenti non solo hanno rafforzato il legame padre-figlia, ma hanno anche nutrito in lei un profondo senso di appartenenza e di responsabilità verso la comunità.

Oltre alle sue avventure sull’isola, Salis è stata profondamente influenzata dall’ambiente culturale e politico in cui è cresciuta. La sua lotta non si limita a sporadiche manifestazioni di protesta, ma si estende alla partecipazione attiva nelle campagne elettorali, dove si batte per promuovere una visione di Europa basata sul rispetto dei diritti umani e sull’integrazione.

Nonostante il percorso possa sembrare impervio, soprattutto in un’era di crescente polarizzazione, figure come Ilaria Salis rappresentano una speranza per molti che credono in un’Europa unita non solo da trattati economici, ma anche da un impegno comune per la salvaguardia dei diritti civili. La sua azione, radicata in una forte consapevolezza sociale e politica, solleva interrogativi essenziali sulla direzione che l’Europa intende prendere di fronte alle sfide poste dall’estremismo.

In sintesi, il coraggio di Ilaria nel sollevare la sua voce contro il revival delle ideologie totalitarie, e il suo indefesso impegno nel promuovere una politica di inclusione e tolleranza, sono fondamentali nel panorama politico odierno. La sua attività non solo contribuisce a mantenere vive le discussioni su temi critici, ma costituisce anche un esempio tangibile di come il vigore giovanile possa essere canalizzato in maniere costruttive per il futuro dell’Europa. La storia di Ilaria Salis mostra che anche le singole voci possono crescere fino a diventare un coro potente, capace di oporsi alle marea del fanatismo e della xenofobia, guidando così il continente verso un orizzonte più luminoso e inclusivo.