268 views 3 mins 0 comments

Mattarella e la Difesa della Costituzione: “Un Impegno per il Futuro”.

In ATTUALITA', INSERTI ATTUALITA'
Maggio 09, 2024
Durante l'apertura della sesta edizione della Milano Civil Week, tenutasi in modalità remota, il capo dello Stato ha espresso un messaggio chiaro: la Costituzione "riguarda tutti e va difesa".

La Costituzione italiana rappresenta il fondamento irrinunciabile dello Stato di diritto e della vita democratica del Paese. Recentemente, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha sottolineato con forza l’importanza di questo documento, ribadendo la sua attualità e la necessità di difenderlo contro le proposte di microrevisioni. Durante l’apertura della sesta edizione della Milano Civil Week, tenutasi in modalità remota, il capo dello Stato ha espresso un messaggio chiaro: la Costituzione “riguarda tutti e va difesa”. Questo intervento giunge in un momento di vivace dibattito politico, segnato dalle parole della Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, che aveva precedentemente messo in discussione l’intangibilità della Carta, considerandola non un Moloch intoccabile.

La Costituzione italiana, oltre ad essere un simbolo dell’identità nazionale, funge da bussola per l’azione governativa e per la vita dei cittadini. Mattarella ha sottolineato come essa incarni valori universali, tra cui la libertà, l’uguaglianza e la solidarietà, che trascendono le divisioni politiche e sociali. La sua difesa non è pertanto una questione che riguarda esclusivamente le istituzioni, ma coinvolge l’intero tessuto sociale.

Nel suo discorso, il Presidente Mattarella ha espresso preoccupazione per le tendenze revisioniste che mirano a modificare la Costituzione attraverso microinterventi. Questa posizione emerge in contrapposizione a una visione che auspica una facilità di emendamento del testo costituzionale. Secondo Mattarella, tali tentativi rischiano di minare i principi fondamentali e l’equilibrio stesso su cui si fonda la Repubblica.

Nonostante le sfide poste dal contesto contemporaneo, il capo dello Stato ha ribadito la straordinaria attualità della Costituzione. Questa, ha affermato, non mostra segni di obsolescenza, ma dimostra piuttosto una sorprendente capacità di interpretare e guidare i cambiamenti della società italiana. L’architettura della Carta, con i suoi principi e valori, si conferma pertanto un solido punto di riferimento per affrontare le questioni emergenti.

Il dibattito sull’intangibilità della Costituzione è stato alimentato da recenti dichiarazioni di esponenti politici, tra cui quelle della Presidente Meloni, che ha criticato la percezione della Carta come un dogma intoccabile. Questo confronto aperto solleva importanti questioni sul rapporto tra tradizione e innovazione nel diritto costituzionale, invitando a una riflessione sulle modalità attraverso cui mantenere vivo il dialogo tra le generazioni sul significato e l’applicazione della Costituzione.

La difesa della Costituzione propugnata da Mattarella si inserisce in un ampio dibattito sulle fondamenta della Repubblica e sul suo futuro. La posizione espressa dal Presidente invita al rispetto e alla valorizzazione della Carta, intesa come patrimonio comune da preservare e come strumento vitale per l’evoluzione democratica del Paese. La Costituzione, con la sua attualità e la sua capacità di adattarsi ai tempi, continua a essere il fulcro attorno al quale si articola la vita politica e sociale dell’Italia, rappresentando un faro per le generazioni presenti e future.

di Mat. Lib.