21 views 2 mins 0 comments

Pensioni in Italia: un fardello da quasi 250 miliardi di euro

In ECONOMIA
Marzo 27, 2024

Il panorama previdenziale italiano si trova dinanzi a un quadro economico sempre più impegnativo, come evidenzia l’ultimo rapporto pubblicato dall’Osservatorio INPS. Con un numero di pensioni vigenti nel settore privato che ha raggiunto l’imponente cifra di 17.775.766, la spesa totale per il sistema pensionistico si attesta su 248,7 miliardi di euro all’anno.

Una significativa porzione di questi costi, pari a 222,8 miliardi di euro, è attribuita alle gestioni previdenziali, ovvero a quelle pensioni erogate a seguito di versamenti contributivi. Tuttavia, la spesa assistenziale, che copre i casi di invalidità o di disagio economico, rappresenta una fetta consistente di spesa pubblica. Le pensioni e le prestazioni di natura assistenziale contano per circa 25,9 miliardi di euro, testimoniando un peso non trascurabile sul bilancio delle casse previdenziali nazionali.

La distribuzione delle pensioni rivela che le prestazioni assistenziali interessano 4.142.774 beneficiari, ossia il 23,3% del totale. Questo dato, che rispecchia la tendenza crescente delle politiche di welfare, mostra un aumento sostenuto rispetto al passato. Infatti, rispetto a 20 anni fa, nel 2003, le pensioni di natura assistenziale rappresentavano il 37,6% del totale, segnalando così un incremento significativo di 11 punti percentuali.

Nell’anno solare appena trascorso, il 2023, l’ente previdenziale ha liquidato 1.364.686 nuove pensioni, di cui ben il 48,6% (663.705 in cifre assolute) di tipo assistenziale. Tali dati confermano l’aumento della pressione sulle prestazioni di sostegno rispetto a quelle di natura contributiva. L’impatto economico delle nuove pensioni liquidate nel 2023 è stato di 14,3 miliardi di euro, riflettendo l’onerosità del sistema pensionistico in una fase storica contraddistinta da transizioni demografiche e trasformazioni socio-economiche.

Questi dati sollevano riflessioni in merito all’equilibrio e alla sostenibilità del sistema pensionistico italiano, con una crescente attenzione verso le pensioni assistenziali. La sfida per il futuro sarà quella di continuare a garantire questo indispensabile sostegno senza gravare eccessivamente sulle risorse pubbliche, nell’ambito di un contesto economico che richiede una sempre maggiore attenzione alla gestione oculata delle finanze statali.