64 views 2 mins 0 comments

Salvini Critica l’Idea di Invio Truppe UE all’Estero

In POLITICA
Marzo 24, 2024

Al centro Congressi Palazzo Rospigliosi di Roma, il segretario della Lega, Matteo Salvini, ha espresso nette perplessità riguardo la possibilità che l’Europa possa decidere di mandare i propri soldati in missioni militari al di fuori dei suoi confini. “Io non ce l’ho con Macron”, ha dichiarato Salvini, ma ha poi criticato un’Europa che contempla scenari di conflitto lontani dai paesi membri, giudicandoli contrari ai principi fondanti della Comunità europea.

Salvini ha ribadito la priorità di concentrare le risorse e gli sforzi per la sicurezza interna, in particolare contro le minacce del terrorismo islamico. Le sue parole lasciano intendere una chiara opposizione a qualsiasi coinvolgimento diretto delle forze armate europee in crisi internazionali che non interessino direttamente i confini dell’Unione.

Durante l’evento, pensato come un laboratorio sovranista, l’ex ministro ha valorizzato il sentimento di squadra emerso dalla riunione, sottolineando positivamente la connotazione del termine “sovranista”, nonostante le connotazioni spesso negative attaccate a questo concetto dall’opinione pubblica e dai media tradizionali.

Salvini poi ha approfittato dell’occasione per esprimere il suo distacco dai media tradizionali, ammettendo di non aver letto i giornali e di essere al corrente solamente della vittoria della Ferrari in Formula 1, commentando con una battuta il risultato sportivo.

Inoltre, il leader della Lega ha espresso il suo apprezzamento verso il settore agricolo per il ruolo avuto nel modificare determinati approcci politici dell’Unione Europea. Il ringraziamento agli agricoltori e ai trattori è stato interpretato come un riconoscimento del potere di pressione che questi hanno esercitato nei negoziati con le istituzioni europee.

Il meeting è servito a ribadire la visione politica e le linee guida che Salvini e il suo partito intendono perseguire, mettendo in luce la tensione tra sovranità nazionale e dinamiche supranazionali all’interno dell’Unione Europea.