213 views 3 mins 0 comments

Un salto verso la sostenibilità e il profitto: l’annuncio di Sagat sull’approvazione del bilancio 2023

In ECONOMIA
Maggio 22, 2024

In un’epoca dove l’economia globale si confronta con crescenti sfide, dalla sostenibilità ambientale alla digitalizzazione, l’assemblea dei soci di Sagat rappresenta un esempio luminoso di adattamento proattivo. Con una decisione unanime, l’assemblea ha ratificato il bilancio d’esercizio 2023 della capogruppo e il bilancio consolidato del gruppo, inaugurando un capitolo rinnovato per l’azienda.

Il bilancio approvato rivela una cifra d’affari di 86 milioni di euro, equamente bilanciata rispetto all’anno precedente, segnalando una gestione stabile nonostante le fluttuazioni del mercato. Notabile è la crescita del 7,5% nei ricavi derivanti dall’aviation, un settore particolarmente sensibile alle dinamiche globali, che evidenzia la capacità di Sagat di navigare con efficacia in acque talvolta turbolente.

Un altro punto di forza è il risultato netto, che si attesta a 7,6 milioni di euro, accompagnato da investimenti per 6,3 milioni di euro e una posizione finanziaria netta che mostra un significativo miglioramento, con un passivo ridotto a 7,6 milioni di euro, migliorato di 10 milioni rispetto al 2022. Questi numeri non solo dimostrano la solida competenza finanziaria del gruppo, ma anche il suo impegno verso una crescita sostenuta e sostenibile.

La distribuzione di un dividendo di 12 milioni di euro ai soci sottoforma di ritorno economico è un ulteriore segnale di salute finanziaria e di fiducia nei futuri piani di espansione e innovazione dell’azienda.

In parallelo all’approvazione del bilancio, Sagat ha pubblicato il Bilancio di Sostenibilità 2023, un documento che riflette una decisa virata verso pratiche aziendali eco-compatibili e responsabili. Rispetto alla sua prima edizione dieci anni fa, il nuovo report mette in evidenza come la sostenibilità sia diventata ormai parte integrante della strategia di lungo termine del gruppo.

I dati riportati nel bilancio di sostenibilità offrono spunti notevoli: oltre al record di traffico annuale, superando per la prima volta i 4,5 milioni di passeggeri, il gruppo ha messo in funzione il più grande impianto fotovoltaico su tetto degli aeroporti italiani. Questo impianto ora fornisce oltre il 12% del fabbisogno energetico dell’aeroporto in modalità autoconsumo, mentre il resto della richiesta di energia elettrica è coperto completamente da fonti rinnovabili certificate.

Significativamente, l’azienda ha anche anticipato la scadenza per il raggiungimento dell’obiettivo NetZero 2050, proponendosi di eliminare completamente le emissioni di carbonio controllate entro il 2040. Questa ambizione non solo sottolinea l’adesione di Sagat ai principi di responsabilità ambientale, ma anche l’impegno a essere pioniere nel settore per un futuro più pulito e sostenibile.

La visione di Sagat, quindi, non è soltanto di sopravvivere nell’attuale clima economico, ma di prosperare attraverso innovazioni intenzionali e responsabilità sociale, configurando così paradigmi che si spera verranno adottati su scala più ampia nel settore aeronautico e oltre. Con questi sviluppi, Sagat si dimostra non solo un attore economico di rilievo, ma anche un esempio vibrante di come le aziende possano efficacemente bilanciare profitto e progresso ecologico.