120 views 2 mins 0 comments

Campania, Partito Democratico, sostegno alla mobilitazione indetta da CGIL e Uil.

In POLITICA
Aprile 10, 2024
Purtroppo di lavoro e sul lavoro si continua a morire, nei cantieri, nelle fabbriche, nei campi e dietro a questa conta, una persona, una famiglia distrutta.

Il Partito Democratico della Campania sostiene la giornata di agitazione indetta dalla CGIL e Uil per l’11 aprile. “Una giornata di protesta contro le scelte del governo Meloni di voler puntare su una fiscalità che aumenta le disuguaglianze e penalizza chi lavora e chi fa impresa. Il valore del lavoro deve tornare ad essere il tema centrale delle politiche economiche e sociali del governo: rinnovo dei contratti, legge sulla rappresentanza, occupazione stabile e non precaria con un’attenzione particolare ad un aumento di partecipazione al lavoro delle donne e dei giovani, introduzione del salario minimo contro il lavoro povero e incentivo alla crescita salariale, una seria riforma delle pensioni, rilancio di investimenti pubblici e privati e innovazione dell’intero sistema produttivo per una buona occupazione, soprattutto nel Mezzogiorno”. Così in una nota del Pd. “Mettere al centro la persona, la sua salute e la sua sicurezza sul lavoro: mai più la triste conta delle morti sul lavoro. Purtroppo di lavoro e sul lavoro si continua a morire, nei cantieri, nelle fabbriche, nei campi e dietro a questa conta, una persona, una famiglia distrutta. Bisogna assumere provvedimenti urgenti e fare uno sforzo generale per radicare la cultura della sicurezza e contrastare un modello di società in cui il profitto vale più di una vita umana. E’un tributo insopportabile che ogni volta riapre una ferita profonda non degna di un paese civile. Il PD, come già più volte dichiarato, sarà sempre in prima linea per richiamare l’attenzione sul rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro, contro ogni forma di sfruttamento e per contrastare le iniquità sociali”, conclude la nota del Pd.

di Marco Iandolo