25 views 2 mins 0 comments

CeoForLife e HRC Group lanciano l’iniziativa per un’Italia sostenibile

In ECONOMIA
Marzo 26, 2024

Un nuovo orizzonte di collaborazione tra pubblico e privato si apre in Italia con l’obiettivo di tessere una rete di intelligenza collettiva al servizio dello sviluppo sostenibile del Paese. A guidare l’iniziativa è Giordano Fatali, presidente di CeoForLife e di HRC Group, che, durante l’evento “Well@Work 2024, A holistic vision of well-being” presso lo stadio Olimpico di Roma, ha delineato i contorni di un progetto ambizioso.

L’incontro, giunto alla sua settima edizione e promosso da HRC Community in partnership con Sport e salute, società governativa, ha fatto da cornice all’annuncio di Fatali riguardante il lancio di una piattaforma, previsto per ottobre, che mira a unire figure rappresentative del mondo istituzionale, del business e delle nuove generazioni. Il fine non è altro che quello di promuovere un’azione sinergica per la realizzazione di progetti sostenibili che coinvolgano attivamente le competenze di ciascuno.

Fatali ha posto una particolare enfasi su un concetto di benessere a 360 gradi, comprendente la cultura dello sport e la promozione di uno stile di vita salutare, due temi che ritiene fondamentali per il progresso di qualsiasi società. Una delle iniziative chiave proposte dall’organizzazione prevede l’introduzione di programmi di educazione alimentare e di vita sana nelle scuole, evidenziando l’importanza di investire nelle nuove generazioni per costruire basi solide per un futuro migliore.

L’impegno di CeoForLife non è nuovo al panorama nazionale, essendo già conosciuto per le molteplici iniziative ospitate nella loro ‘clubhouse’ di piazza Montecitorio. Questa nuova piattaforma, tuttavia, promette di essere un step fondamentale per creare sinergie potenti e durature.

L'”uomo di buona volontà” è il protagonista di questa visione, dove competenza e impegno sociale si fondono per affrontare le sfide contemporanee in materia di sostenibilità e benessere. Resta ora da vedere come questa piattaforma verrà strutturata e quali saranno i primi passi concreti che essa permetterà di compiere verso la realizzazione di un’Italia migliore, sana e consapevole del proprio potenziale collettivo.