44 views 2 mins 0 comments

Costruttori all’Appello: Richiesta di un Patto di Cantiere al Governo

In ECONOMIA
Febbraio 26, 2024
La presidente dell'Ance, Federica Brancaccio, propone l'istituzione di un tavolo permanente per la sicurezza e i diritti dei lavoratori nell'edilizia

La sicurezza nei cantieri edili e i diritti dei lavoratori sono tornati al centro del dibattito pubblico, trascinati dall’urgenza di un intervento normativo che vada a tutelare chi lavora in uno dei settori più critici e incidentati d’Italia. Federica Brancaccio, presidente dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili (Ance), ha sollevato la questione arrivando a Palazzo Chigi, dove ha preannunciato la richiesta di “un patto di cantiere” con il Governo.

In occasione degli incontri sulla sicurezza del lavoro, Brancaccio ha proposto di creare un tavolo permanente che riunisca le parti sociali, al fine di definire diritti e doveri dei lavoratori delle imprese edilizie, e operare un monitoraggio costante della situazione, avanzando proposte concrete di miglioramento. La presidente dell’Ance sottolinea l’importanza di basare queste proposte su una comprensione articolata della materia, evitando decisioni affrettate basate su reazioni emotive.

Al centro delle richieste vi è l’importanza della formazione specifica riguardante la sicurezza sul lavoro, necessaria per chiunque sia coinvolto nei cantieri edili. Brancaccio sottolinea la necessità di un’applicazione rigorosa dei contratti collettivi, che dovrebbero includere misure di welfare, previdenza complementare, un fondo sanitario dedicato e corsi di formazione obbligatoria per i lavoratori.

Questa iniziativa risponde alla crescente preoccupazione per gli incidenti in cantiere che, troppo spesso, hanno condotto a tragedie evitabili. La formazione e l’informazione sono considerate dalla presidente dell’Ance strumenti essenziali non solo per ridurre il rischio di incidenti, ma anche per elevare il livello di professionalità e competenza nel settore edile, con benefici che si rifletterebbero sulla qualità dell’opera costruita e sulla competitività delle imprese italiane nel panorama internazionale.

La sicurezza sul lavoro è un diritto inalienabile dei lavoratori e un dovere etico per le imprese che, gestendo correttamente questa complessa tematica, possono garantire non solo la tutela della vita umana, ma anche la sostenibilità dell’attività impresa nel lungo termine. La risposta del Governo a questa richiesta sarà un indicatore importante del suo impegno nei confronti dei lavoratori e dell’industria edile, un settore fondamentale per l’economia e l’infrastruttura del paese. Con il patto di cantiere, l’Ance mira a costruire una base solida per il futuro dell’edilizia italiana, un edificio sicuro in ogni suo mattoncino.