63 views 3 mins 0 comments

Crocco e Versalis Innovano l’Imballaggio Alimentare con Tecnologia di Riciclo Chimico

In ECONOMIA
Giugno 05, 2024

Il panorama dell’industria dell’imballaggio è testimone di una trasformazione eccezionale, spinto dalla necessità di risposte sostenibili alle crescenti esigenze del consumo moderato delle risorse planetarie. Recentemente, Crocco, protagonista nel settore degli imballaggi flessibili, e Versalis, braccio chimico di Eni, hanno lanciato un’iniziativa che potrebbe riscrivere le norme del packaging alimentativo. Una sinergia mirata alla produzione di film per imballaggi alimentari non solo innovativi ma anche realizzati con materiale derivato parzialmente dal riciclo di plastiche post-consumo. Questo progetto non solo vede la realizzazione di soluzioni vessillanti di qualità, ma indirizza anche l’inclinazione del mercato verso una distinta sensibilità ecologica.

L’essenza di questa nuova proposta si basa sull’utilizzo del prodotto ‘Balance’, offerto da Versalis, che promette di introdurre nei circuiti commerciali un film di imballaggio realizzato con criteri rigorosi di sostenibilità. La peculiarità di ‘Balance’ sta nella sua composizione, che incorporate un’ampia percentuale di materiali riciclati derivanti da plastiche post-uso. Questa formula garantisce che il film sia non solo adatto al contatto diretto con alimenti, ma mantenga integrità e resistenza, qualità fondamentali per garantire la conservazione ottimale dei prodotti imballati.

Il processo di riciclo chimico, adottato per ottenere il materiale ‘Balance’, rappresenta una delle leve più promettenti per la riduzione dell’impiego di risorse vergini. Adriano Alfani, amministratore delegato di Versalis, illustra la visione dell’azienda sottolineando l’impegno verso “la circolarità come pietra angolare della nostra strategia”. L’approccio di Versalis non si limita al solo riciclo mechico, ma abbraccia anche innovative tecnologie di riciclo chimico, contribuendo significativamente alla riduzione dell’impatto ambientale e alla promozione di un modello di business sostenibile.

Da parte sua, Renato Zelcher, Ceo di Crocco, enfatizza l’importanza di questa innovazione tecnologica nel campo dei materiali: “Questa nuova tecnologia apre orizzonti senza precedenti per l’economia circolare, portando soluzioni sicure ed efficienti a un settore critico come quello alimentare.” L’impegno congiunto tra Crocco e Versalis non è solo un simbolo di innovazione tecnologica, ma anche un manifesto di responsabilità ambientale.

Ben oltre la mera collaborazione industriale, l’associazione tra Crocco e Versalis carica di significato l’intero settore dell’imballaggio, ponendolo al centro di un dibattito più ampio su come le industrie possono influenzare positivamente le prassi ambientali attraverso tecnologie avanzate e partenariati strategici. La loro iniziativa pone un nuovo standard in termini di capacità del settore di adattarsi e innovare rispetto alle pressanti questioni di sostenibilità del nostro tempo.

Attraverso queste nuove tecnologie e l’implementazione di pratiche commerciali innovative, Crocco e Versalis non solo rispondono alle necessità immediate dei loro clienti, ma pongono anche le basi per una futura linea di produzione che è tanto ecologicamente responsabile quanto economicamente vantaggiosa. L’imballaggio alimentare sostenibile potrebbe quindi non essere soltanto una scelta, ma una necessità ineludibile per il benessere del nostro pianeta.