49 views 3 mins 0 comments

Edison Investe nell’Eolico Offshore: Una Nuova Era Energia in Italia

In ECONOMIA
Giugno 26, 2024

In una mossa strategica ed innovativa nel panorama energetico italiano, Edison ha annunciato un sostanziale ingresso nel settore dell’eolico offshore attraverso un’importante alleanza con Blunova, parte del Gruppo Carlo Maresca. Questa collaborazione mira allo sviluppo congiunto di un parco eolico flottante in Sicilia, con specifiche impressionanti che delineano un progetto di grande portata e rilevanza ambientale.

La partnership è stata definita con l’acquisizione del 50% delle quote di Wind Energy Pozzallo da parte di Edison. Questa entità è promotrice e titolare di un avanzato progetto per l’installazione di un parco eolico offshore concatenare da turbine ancorate a piattaforme flottanti. Il progetto prevede una potenza installata impressionante, pari a 975 Mw. Posizionato oltre 25 chilometri al largo della costa di Pozzallo, si tratta di un progetto pionieristico sul fronte delle rinnovabili in Italia, essendo una delle prime grandi iniziative di eolico offshore flottante nel paese.

Il progetto è attualmente in fase di autorizzazione presso il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, indicando le fasi iniziali di uno sviluppo che potrebbe segnare un capitolo significativo nella transizione energetica italiana verso fonti più pulite e sostenibili. La localizzazione, strategicamente scelta in Sicilia, potrebbe non solo aumentare la capacità di produzione energetica dell’isola, ma anche stimolare l’economia locale grazie alla creazione di nuovi posti di lavoro e allo sviluppo di nuove competenze tecnologiche.

Marco Stangalino, vice president e direttore power asset di Edison, ha espresso una visione ottimistica e ambiziosa per questo accordo, sottolineando l’importanza di avanzare in tecnologie innovative come l’eolico offshore flottante. Le parole di Stangalino riflettono un impegno missione-driven per una transizione energetica che sia efficace sotto il profilo commerciale ma anche sostenibile.

Questa iniziativa di Edison dimostra l’agilità delle corporation energetiche storiche nell’adattarsi alle nuove sfide del mercato e alle richieste crescenti per soluzioni energetiche sostenibili e a basse emissioni di carbonio. Inoltre, la scelta di investire in una tecnologia come quella dell’eolico flottante, che si distingue per la sua capacità di essere implementata in acque profonde dove i fondali marini non permetterebbero l’installazione di turbine tradizionali, mostra una chiara direzione verso l’innovazione e l’efficienza tecnologica.

Mentre il progetto procede attraverso le varie fasi di approvazione e sviluppo, l’effetto complessivo delle sue operazioni basilare capacità di produrre energia in modo consistente e affidabile, insieme all’impatto positivo previsto sulle comunità locali, sarà osservato da vicino da policy maker, investitori e attivisti ambientali. L’introduzione di mezzi efficaci per la generazione di energia pulita è di vitale importanza per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione del paese e per l’adeguamento agli standard imposti da accordi globali sul clima.

Con tali prospettive, la mossa di Edison non è solo un passo avanti per la compagnia, ma potrebbe anche funzionare come catalizzatore per ulteriori investimenti nel settore delle rinnovabili in Italia, stimolando una competizione virtuosa tra i giganti dell’industria energetica e incoraggiando le startup e le PMI a innovare e crescere in questo campo emergente.