166 views 3 mins 0 comments

Fincantieri Avvia la Costruzione del Quarto Sottomarino U212NFS per la Marina Militare

In ECONOMIA
Giugno 28, 2024

Fincantieri, colosso italiano della cantieristica, ha ottenuto il contratto per la realizzazione del quarto sottomarino destinato alla Marina Militare, all’interno del programma U212NFS (Near Future Submarine). L’annuncio è stato rilasciato following l’approvazione dell’opzione da parte della OCCAR (Organizzazione internazionale di cooperazione per gli armamenti), evidenziando un impegno economico approssimativo di 500 milioni di euro, che include tanto il supporto logistico integrato quanto il supporto in servizio.

Questo significativo investimento avrà luogo nello stabilimento di Fincantieri a Muggiano, location che ha già visto il recente avvio dei lavori per il terzo sottomarino del programma. La procedura è stata ufficializzata in una cerimonia che ha visto la presenza sia di Joachim Sucker, Direttore di OCCAR, sia di Dario Deste, Direttore Generale della Divisione Navi Militari di Fincantieri.

Un aspetto rilevante del progetto è l’introduzione dell’Engineering Change Proposal (ECP), che prevede l’industrializzazione, la produzione e integrazione di un pionieristico sistema di accumulo di energia a litio (Lithium Battery System) su tutti gli U212NFS. Questo sistema di propulsione all’avanguardia, destinato a sostituire il tradizionale sistema a base di piombo, promette di estendere significativamente l’autonomia in immersione dei sottomarini.

Caratterizzati da specifiche tecniche altamente avanzate e da modifiche concepite per migliorare ulteriormente la loro efficienza, i sottomarini del programma U212NFS hanno l’obiettivo di garantire una sorveglianza subacquea più efficace e duratura. Ciò è di cruciale importanza alla luce degli attuali scenari geopolitici, che vedono un aumento delle tensioni e della necessità di monitoraggio delle comunicazioni e delle risorse subacquee, compresi i fondali marini e le infrastrutture energetiche e di comunicazione.

Tali sottomarini avranno il compito di sorvegliare le vie di comunicazione marittime e di garantire la sicurezza nella regione del Mediterraneo, contribuendo significativamente alle operazioni sotto l’egida della NATO e dell’Unione Europea.

Pierroberto Folgiero, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fincantieri, ha sottolineato questa fase come un passo avanti nello sviluppo di Fincantieri nel settore della difesa e una conferma del suo impegno verso l’innovazione del settore subacqueo. Ha inoltre evidenziato l’importanza strategica dell’area sotto water: un campo dove si decidono gli equilibri di power e si pongono le basi per le future innovazioni tecnologiche.

Folgiero ha concluso affermando che il Lithium Battery System rappresenta una svolta assoluta nei sistemi di propulsione sottomarina, con le sue prestazioni elevate che promuovono una maggiore autonomia e efficienza. Questo sviluppo non solo potenzia le capacità operative della Marina Militare Italiana, ma pone anche Fincantieri alla avanguardia nella tecnologia marine, consolidando ulteriormente la sua posizione leader nel panorama mondiale della difesa navale.