1026 views 8 mins 0 comments

Giuseppina Torre a Nola in occasione della Festa dei Gigli per un emozionante live.

Il presidente Sergio Mattarella gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”.

Il 16 giugno alle ore 20:00, la pianista e compositrice Giuseppina Torre si esibirà a Nola. Torre è nota per il suo stile emotivo e coinvolgente, che unisce la delicatezza del tocco pianistico a una forte intensità espressiva. I suoi concerti sono un viaggio attraverso le sue composizioni, che spesso raccontano storie personali e universali attraverso la musica. Se sei appassionato di pianoforte e musica contemporanea, questo evento sarà un’occasione imperdibile per assistere alla performance di una delle musiciste più talentuose del panorama italiano. Giuseppina Torre nasce a Vittoria, in provincia di Ragusa, ha suonato per Papa Francesco. Il presidente Sergio Mattarella le ha conferito l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”.
Giuseppina, il tuo nuovo album “The Choice” ha ricevuto ottime recensioni sia in Italia che all’estero. Puoi raccontarci l’ispirazione dietro questo progetto e cosa significa per te “The Choice”?
Sono davvero felice dell’accoglienza che “The Choice” ha ricevuto. Questo album rappresenta un viaggio personale e artistico molto significativo per me. L’ispirazione dietro “The Choice” è nata da un periodo di riflessione profonda sulle decisioni che plasmano le nostre vite. Ogni giorno siamo chiamati a fare delle scelte, grandi o piccole, che determinano il nostro percorso e il nostro destino. Ho voluto esplorare questo tema attraverso la musica, creando brani che riflettono le diverse sfaccettature delle decisioni umane: la speranza, la paura, il coraggio e la trasformazione. Per me, “The Choice” significa riconoscere il potere che abbiamo nelle nostre mani e la responsabilità di utilizzarlo con consapevolezza. È un invito a essere coraggiosi, a seguire il nostro cuore e a non aver paura di cambiare strada quando necessario. Ogni traccia dell’album racconta una storia diversa, ispirata da esperienze personali e da storie che ho raccolto lungo il mio cammino. Spero che la mia musica possa ispirare gli ascoltatori a riflettere sulle proprie scelte e a trovare la forza di perseguire i propri sogni, nonostante le difficoltà. Sono immensamente grata per il supporto che ho ricevuto e per la possibilità di condividere questo viaggio con il mio pubblico, sia in Italia che all’estero. “The Choice” è un progetto molto personale, e sapere che ha toccato i cuori di tante persone è il regalo più grande che potessi ricevere.
Durante il tuo concerto a Nola, eseguirai dal vivo le composizioni tratte da “The Choice”. C’è un brano in particolare che ritieni rappresenti al meglio l’essenza dell’album e che non vedi l’ora di suonare per il pubblico?
C’è un brano in particolare che ritengo rappresenti al meglio l’essenza dell’album e che non vedo l’ora di suonare per il pubblico: “Rebel Soul”. “Rebel Soul” è una traccia che incarna perfettamente il messaggio centrale di “The Choice”. È una celebrazione dello spirito indomabile che risiede in ognuno di noi, un invito a seguire il proprio cuore e a trovare il coraggio di andare controcorrente quando necessario. Questa composizione, con la sua intensità emotiva e la sua forza melodica, rappresenta la lotta interiore e la determinazione necessarie per fare scelte audaci e autentiche. Non vedo l’ora di condividere questo brano con il pubblico di Nola. Suonarlo dal vivo sarà un’esperienza speciale, e spero che la sua energia e il suo messaggio di resilienza e libertà possano ispirare tutti i presenti.
Il concerto a Nola si terrà in un luogo suggestivo come il Museo Storico Archeologico. Come pensi che l’atmosfera di questo sito influenzerà la tua performance e l’esperienza del pubblico?
Il concerto a Nola, che si terrà nel suggestivo Museo Storico Archeologico, rappresenta per me un’opportunità unica e speciale. L’atmosfera di un luogo così ricco di storia e cultura avrà sicuramente un impatto profondo sia sulla mia performance che sull’esperienza del pubblico. Il Museo Storico Archeologico offre un contesto che evoca tempi antichi e storie lontane, creando un’ambientazione che si sposa perfettamente con le tematiche esplorate in “The Choice”. La bellezza architettonica e l’energia che si respira in un luogo del genere contribuiranno a rendere l’esecuzione delle mie composizioni ancora più intensa e significativa. Ascoltare le note di “The Choice” in uno spazio così evocativo aggiungerà una dimensione ulteriore alla performance, trasformando il concerto in un viaggio emozionale attraverso il tempo e lo spazio.
Sei conosciuta come “la pianista dalle scarpe rosse” e sei un simbolo della lotta contro la violenza sulle donne. Come questo tema è stato integrato nel tuo nuovo album e quali messaggi speri di trasmettere attraverso la tua musica?
Essere conosciuta come “la pianista dalle scarpe rosse” è un onore per me, poiché queste scarpe sono diventate un simbolo potente nella lotta contro la violenza sulle donne. Questo tema è profondamente radicato nel mio nuovo album “The Choice”. In “The Choice”, ho cercato di integrare il tema della lotta contro la violenza e la ricerca della libertà personale attraverso le mie composizioni. Ogni brano riflette diverse esperienze e emozioni legate alla resilienza, alla speranza e alla forza interiore necessarie per superare le difficoltà. Un esempio emblematico è il brano “The Bravery”, che rappresenta il coraggio di seguire la propria strada e di ribellarsi contro qualsiasi forma di oppressione. Questo pezzo è un omaggio a tutte le donne che lottano per la loro libertà e dignità, e vuole trasmettere un messaggio di empowerment e solidarietà. Spero che la mia musica possa offrire conforto e ispirazione a chi ha vissuto o sta vivendo situazioni difficili. Vorrei che “The Choice” ricordasse a tutti l’importanza di fare scelte consapevoli e coraggiose, di lottare per i propri diritti e di non arrendersi mai di fronte alle avversità. Attraverso la mia musica, voglio diffondere un messaggio di speranza e incoraggiamento, sostenendo la causa della lotta contro la violenza sulle donne e promuovendo una cultura di rispetto e uguaglianza. Le scarpe rosse continueranno a essere il mio simbolo di impegno in questa battaglia, e la mia musica il mezzo attraverso cui porto avanti questa missione.
Grazie
di Giuseppe Di Giacomo