68 views 3 mins 0 comments

Il nuovo Codice di condotta per il telemarketing: addio alle telefonate indesiderate

In ECONOMIA
Marzo 18, 2024

Un respiro di sollievo per tutti coloro che sono stanchi di ricevere incessanti chiamate pubblicitarie: è stato finalmente completato l’iter per l’applicazione del nuovo Codice di condotta destinato a regolamentare il settore del telemarketing e del teleselling, offrendo una tutela maggiormente incisiva dei consumatori.

Con la recente accreditazione dell’Organismo di monitoraggio (OdM), proposto da un insieme di associazioni che rappresentano i diversi attori del settore, siamo giunti a una svolta epocale. La piena efficacia del Codice di condotta si concretizzerà il giorno successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ponendo così la parola “fine” a pratiche invasive e troppo spesso borderline nel rispetto della normativa privacy.

Il Garante della privacy ha valutato e riconosciuto che l’OdM soddisfa tutti i requisiti richiesti dalla legislazione europea, come la competenza e l’indipendenza necessarie per vigilare sull’osservanza del Codice dalle aziende aderenti. Questo garantisce un controllo efficiente e imparziale, soprattutto in un campo tanto delicato quanto quello del trattamento dei dati personali.

Le società che sceglieranno volontariamente di aderire al Codice si impegneranno a mettere in atto una serie di misure volte a garantire la trasparenza e la correttezza dei processi di raccolta e utilizzo dei dati personali. Questo include l’obbligo di raccogliere consensi specifici e informati per le varie attività di marketing, nonché di informare gli utenti in modo chiaro e preciso su come tali dati saranno trattati.

Una particolare attenzione sarà rivolta alla profilazione e ad ogni processo automatizzato che implichi l’analisi approfondita dei dati personali: in questi casi, le società dovranno procedere con una valutazione di impatto, al fine di prevenire rischi per la privacy degli individui.

Un aspetto degno di nota è l’introduzione di sanzioni concrete per chi viola le regole del gioco. Il Codice stabilisce l’applicazione di penalità significative per ogni contratto siglato in assenza del dovuto consenso: si tratta di una misura che si preannuncia deterrente per le pratiche scorrette di alcuni call center, spesso definiti “abusi”, che fino ad oggi hanno operato nell’ombra.

Grazie a queste innovazioni, l’ambiente del telemarketing e del teleselling si appresta a fare un significativo passo avanti verso un modus operandi che rispetti pienamente i diritti degli utenti, restituendo loro il controllo sulle proprie informazioni personali. Un cambiamento che coincide con un crescente bisogno di sicurezza digitale e rispetto della privacy, sentito non solo in Italia, ma a livello globale.