197 views 3 mins 0 comments

Italia e Tunisia Uniscono le Forze per l’Innovazione Digitale

In ECONOMIA
Maggio 27, 2024

Nel corso di un incontro ufficiale a Tunisi, il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, insieme al ministro delle Tecnologie della Comunicazione della Repubblica di Tunisia, Nizar Ben Neji, ha siglato un accordo cruciale per il progresso digitale, con particolare enfasi sull’intelligenza artificiale e sulla connettività. Questa intesa rappresenta un passo significativo verso una cooperazione più stretta tra Italia e Tunisia nel campo dell’innovazione tecnologica.

L’incontro ha visto la nascita di due iniziative principali: la creazione di un gruppo di lavoro dedicato alla connettività, con un’attenzione particolare alle infrastrutture relative ai cavi sottomarini utilizzati per la trasmissione dei dati a livello intercontinentale, e l’istituzione di un centro d’eccellenza per l’intelligenza artificiale (IA Hub) destinato a servire l’intero continente africano, in accordo con gli obiettivi delineati durante la ministeriale G7 di Verona.

Adolfo Urso ha enfatizzato l’importanza di tale iniziativa non solo come un avanzamento tecnologico, ma anche come un traguardo significativo nella connessione tra Europa e Africa. “Questo accordo inaugura una nuova era nella nostra cooperazione bilaterale, esplorando orizzonti futuristici nel dominio dell’economia digitale e della connessione tra i nostri paesi”, ha dichiarato Urso durante la cerimonia di firma.

La piattaforma IA Hub mira a formare alleanze strategiche capaci di garantire agli stati africani l’accesso alle risorse computazionali richieste per sviluppare modelli avanzati di intelligenza artificiale. Questo progetto non solo potenzierà le infrastrutture esistenti, ma supporterà anche l’acquisizione e lo sviluppo di competenze scientifiche e tecnologiche nella regione. “La Tunisia, grazie alla sua posizione strategica, è destinata a diventare un fulcro essenziale nell’intensificazione dei collegamenti digitale tra il nostro continente e l’Africa”, ha aggiunto Urso, sottolineando il ruolo pivotale del paese nordafricano in questo scacchiere internazionale.

Questa collaborazione tra Italia e Tunisia serve da modello per il tipo di sinergie che possono essere realizzate quando due nazioni uniscono le loro forze su progetti di grande portata e rilevanza internazionale. Rappresenta, inoltre, un esempio concreto di come la cooperazione internazionale possa essere efficacemente orientata verso il progresso tecnologico e l’innovazione, facendo leva sulle competenze e le risorse specifiche di ciascun Paese per ottenere risultati reciprocamente benefici e di ampia portata.

In conclusione, l’accordo Italia-Tunisia non è solo un passo avanti per i due paesi coinvolti, ma potrebbe anche determinare un incremento significativo nella capacità degli stati africani di interfacciarsi con la rivoluzione digitale globale. Con queste iniziative si stima un miglioramento sostanziale nella qualità della connettività internet e nelle opportunità di sviluppo tecnologico, essenziali per sostenere la crescita e l’innovazione in un continente che è al centro di rapidi cambiamenti e sviluppi.