39 views 3 mins 0 comments

Pasqua 2023: Gli Italiani Pronti a Spendere 2,5 Miliardi per il Pranzo Festivo

In ECONOMIA
Marzo 30, 2024

La festa della Pasqua rappresenta un importante momento di condivisione e di tradizione per gli italiani, che anche quest’anno si apprestano a celebrarla con tavole imbandite e pranzi in famiglia o fuori casa. Il recente sondaggio condotto da Ipsos per conto di Confesercenti getta luce sulle tendenze di spesa e sulle preferenze gastronomiche dei cittadini italiani in occasione delle festività pasquali del 2023.

Nell’analisi delle usanze alimentari e delle scelte di consumo emerge che gli italiani spenderanno complessivamente circa 2,5 miliardi di euro per le celebrazioni della Pasqua. Si registra un budget medio di 40 euro per persona, una cifra che incrementa a 50 euro per coloro che optano per il pranzo nei ristoranti. Tale costo si mantiene in linea con quello dello scorso anno per più della metà della popolazione (56%), mentre il 27% si dice disposto a spendere più del solito, e il 17% ha manifestato l’intenzione di limitare le proprie spese, cercando soluzioni più economiche rispetto al 2023.

L’indagine ha rilevato che la maggioranza degli italiani, il 65%, festeggerà in casa propria o presso l’abitazione di parenti. Solo il 12% ha scelto di prenotare un tavolo al ristorante, mentre un ulteriore 9% ha deciso di approfittare della festività per un viaggio.

Dalle preferenze gastronomiche emerge che le uova di cioccolato trionfano sulle tavole pasquali, comparendo nel 68% dei casi con una media di tre pezzi a persona. Seguono a ruota le classiche colombe pasquali (65%), verdure di stagione e salumi (entrambi al 48%), carni alla brace (42%), piatti tradizionali a base di uova (36%), e agnello, condiviso con la stessa percentuale del 34%. La pizza, sia in versione salata che dolce, e le pietanze vegane completano il quadro delle scelte alimentari rispettivamente per il 22% e il 7% degli intervistati.

Con uno sguardo alle differenze regionali, si scopre che sarà proprio nelle Isole che si registrerà la percentuale più alta di coloro che celebreranno in famiglia (71%), seguiti da Nord Est (70%), Centro (64%) e Nord Ovest (62%). Il Sud si posiziona all’ultimo posto con il 61%.

Per quanto concerne la Pasqua nei ristoranti o altri pubblici esercizi, la maggiore propensione si riscontra al Sud, con il 18% dei residenti che optano per questa scelta, mentre il Nord Ovest si attesta all’11%, il Centro e il Nord Est al 10% e le Isole all’8%.

All’indomani della Pasqua, tradizionalmente dedicato alle gite e ai pic-nic di Pasquetta, solo un terzo degli italiani (34%) passerà la giornata a casa propria o di parenti, mentre il 16% andrà in gita fuori porta, il 13% trascorrerà il tempo in un parco, il 12% presso casa di amici e un 9% al ristorante, dimostrando che anche il lunedì dell’Angelo è l’occasione per variegati stili di festeggiamenti.