30 views 2 mins 0 comments

Fausto Desalu e il Sogno dell’Olimpico: Emulare gli Eroi Mennea e Berruti

In SPORT
Marzo 30, 2024

L’atletica italiana si appresta a vivere un altro momento che potrebbe entrare nella storia. Fausto Desalu, medaglia d’oro nella staffetta 4×100 alle Olimpiadi di Tokyo 2020, pone i suoi sguardi su un nuovo obiettivo ambizioso: lasciare il segno sui 200 metri allo Stadio Olimpico di Roma, durante i prossimi campionati europei.

Desalu, all’indomani di una stagione difficile che lo ha visto partecipare a poche gare, mettendo a rischio il suo posizionamento nel ranking mondiale, non nasconde le sue aspirazioni alla stampa. Vuole tornare a brillare nella capitale italiana, proprio come fecero in passato leggende del calibro di Livio Berruti e Pietro Mennea, entrambi ricordati per le loro impresionanti prestazioni proprio sui 200 metri allo Stadio Olimpico.

La memoria emotiva di quella “notte magica” a Tokyo rimane viva nella mente di Desalu, quando, dopo aver passato il testimone a Filippo Tortu, ha contribuito a raggiungere un tempo fenomenale di 37.50, procurando all’Italia una storica medaglia d’oro nella staffetta. La consapevolezza di essere stati i migliori al mondo ha generato un’ondata di adrenalina che ancora ricorda con emozione, soprattutto nei momenti in cui ha intonato l’inno nazionale sul podio olimpico.

Confrontato con la domanda su chi vorrebbe portare al suo fianco durante i campionati Europei a giugno, Desalu ha espresso il desiderio di avere vicini i suoi cari, citando in particolare sua madre e i suoi nonni adottivi. Nonostante la difficoltà di scegliere una sola persona, l’atleta nutre il desiderio di riunire in un solo ente l’appoggio emotivo che deriva dal sostegno della famiglia.

Intanto, l’atleta non sta certo a guardare. Già il mese scorso, ha viaggiato in Sudafrica per allenarsi e ora si dice pronto a tornare a competere con rinnovato vigore. Le sue parole trasmettono chiaramente la determinazione di un uomo che ha fame di successo e che non vede l’ora di dimostrare, ancora una volta, il suo effettivo valore.

Con il 2024 già in mente, Fausto Desalu programma un futuro da protagonista, solcato dalla voglia di tornare sul podio e, forse, di scrivere ancora una volta il suo nome tra quelli dei grandi del passato che hanno glorificato lo Stadio Olimpico e l’atletica italiana.