18 views 3 mins 0 comments

Il Presidente Mattarella al fianco della famiglia Salis

In POLITICA
Marzo 30, 2024

Lo Stato italiano si mobilita a livello più alto per supportare la vicenda di Ilaria Salis, la docente trentanovenne attualmente detenuta in Ungheria. Un segnale tangibile di tale impegno è giunto direttamente dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha espressamente telefonato a Roberto Salis, padre di Ilaria. Questo avvenimento segue la lettera pubblica inviata dal signor Salis al Quirinale, in cui chiedeva un coinvolgimento più attivo delle istituzioni italiane per la risoluzione della difficile situazione che affligge la sua famiglia.

Roberto Salis ha descritto l’intervento del Capo dello Stato come un atto di solerzia e sensibilità: il Presidente Mattarella ha manifestato non solo la sua personale vicinanza a Roberto e ai suoi cari, ma ha anche assicurato un suo diretto interessamento nel caso, promettendo di attivarsi per quanto in suo potere. Il contatto, avvenuto in meno di 24 ore dalla ricezione della lettera, ha segnato un clima di speranza per una rapida evoluzione positiva del caso.

La docente Ilaria Salis è stata detenuta oltre un anno fa a Budapest per ragioni ancora oggetto di chiarimenti da parte delle autorità ungheresi e italiane. La situazione di incertezza e la lontananza dal proprio paese nativo hanno costituito un peso considerevole per Ilaria e per i suoi familiari, che non hanno mai cessato di sollecitare un intervento efficace da parte dell’Italia.

Di fronte alle difficoltà incontrate nel corso dell’ultimo anno, il supporto del Presidente della Repubblica rappresenta non solo un conforto morale, ma è anche un chiaro messaggio politico: l’Italia non lascia soli i suoi cittadini, specialmente quando si trovano in condizioni di vulnerabilità in contesti esteri.

Resta ora da vedere come le parole di vicinanza e l’assicurazione d’impegno si tradurranno in azioni concrete. Le autorità italiane, tramite i consolati e le rappresentanze diplomatiche, probabilmente intensificheranno le loro attività per garantire che Ilaria Salis possa beneficiare di tutte le assistenze legali e consolari necessarie per fronteggiare la sua detenzione all’estero.

In questo frangente, l’opinione pubblica e i media seguiranno con attenzione gli sviluppi della situazione, nella speranza che la solidarietà istituzionale possa essere accompagnata da risultati efficaci per la risoluzione della vicenda. Nel frattempo, la famiglia Salis può contare su un alleato di prestigio e sui sentimenti di compatrioti che, come loro, attendono con speranza una pronta e giusta risoluzione del caso.