25 views 2 mins 0 comments

Mediocredito Centrale Ripartisce l’Utile: Significative Riserve per il Future

In ECONOMIA
Marzo 26, 2024

Con una decisiva mossa finanziaria, il Consiglio di Amministrazione di Mediocredito Centrale ha stabilito il percorso di destinazione dell’utile realizzato nell’anno 2023, ammontante a 20,2 milioni di euro. In linea con le previsioni e gli annunci precedenti, datati 6 febbraio, la società avanza con passi strategici nell’ambito della propria solidità finanziaria e dei progetti di crescita futuri.

Nel dettaglio, la decisione presa vede una ripartizione dell’utile che riflette un chiaro indirizzo verso la prudenza e la pianificazione a lungo termine. Di questo importo, una quota di 1,012 milioni di euro è stata destinata alla riserva legale, elemento di fondamentale importanza nel rinforzo dei requisiti patrimoniali della banca, come previsto dalle normative vigenti. Un ulteriore quantitativo di 8,6 milioni di euro ha trovato destinazione in una riserva non distribuibile, che sottolinea la volontà di Mediocredito Centrale di mantenere un cuscinetto finanziario flessibile, capace di sostenere gli investimenti e la gestione aziendale nei diversi cicli economici. Altri 10,6 milioni di euro sono stati assegnati alla riserva straordinaria, lasciando trasparire l’intento della banca di rafforzare ulteriormente le proprie basi patrimoniali per eventuali iniziative speciali o contingenti.

Queste scelte confermano la strategia di Mediocredito Centrale di conservare una posizione solida e garantire un’impegno continuo verso un aumento della stabilità finanziaria. Non si tratta solo di una scelta momentanea, ma di una visione ben inserita nel tessuto del piano industriale 2024-2027, già approvato in precedenza il 19 marzo. All’interno di questo piano, trova posto il programma euro medium term notes annunciato dal Cda, che evidenzia l’intenzione di emettere obbligazioni per un ammontare minimo di 700 milioni di euro nel biennio 2024-2025, potendo arrivare fino a un miliardo di euro.

Il programma, in linea con il piano di liquidità previsto dall’istituto, si propone di generare ulteriori risorse finanziarie per sostenere le attività della banca e per approcciare il mercato in modo ancor più competitivo. Attraverso queste manovre finanziarie, Mediocredito Centrale si dimostra non solo solido nel presente, ma con lo sguardo vigile e proattivo verso un futuro in cui la competitività e l’innovazione saranno sempre più determinanti. Nel complesso, si delinea una fotografia di una banca attiva e dinamica, pronta ad affrontare le sfide del settore finanziario con determinazione e strategia ben definita.