184 views 3 mins 0 comments

Rinascita di Caivano: Giorgia Meloni inaugura il nuovo centro sportivo

In POLITICA
Maggio 28, 2024

Nel cuore di una comunità che ha sofferto per anni sotto il peso del degrado e della criminalità, la visita di Giorgia Meloni, presidente del Consiglio dei ministri, al Centro Sportivo di Caivano segna un capitolo significativo nella lotta contro la delinquenza organizzata. Durante l’evento di inaugurazione di questo centro, un tempo simbolo di abbandono e violenza, la Premier ha trasmesso un messaggio chiaro di speranza e di impegno.

La scelta di rinascita del Centro sportivo Delphinia è emblematica: una volta teatro di atroci abusi nei confronti di due giovani bambine, ora sprigiona una nuova vita, essendo ristrutturato in soli nove mesi grazie all’intervento del Genio militare dell’Esercito Italiano e ai fondi statale. La nuova gestione affidata alle Fiamme Oro della Polizia di Stato è la testimonianza concreta della presenza e della determinazione dello Stato in una zona che per decenni è stata lasciata alle margine.

Meloni, accompagnata da altre figure di spicco, tra cui il Ministro degli Interni, Matteo Piantedosi, ha esplorato le strutture rinnovate, dall’avanguardistica piscina agli impianti sportivi destinati alla pratica di diverse discipline, simboli di un’estetica e funzionalità al servizio della comunità. Le dichiarazioni della premier durante la cerimonia riflettevano un forte impegno: “Faremo vincere lo Stato sulla criminalità organizzata, sul degrado, sull’abbandono e sulla rassegnazione.”

Inoltre, l’evento è stato un momento per riconoscere il contributo di chi ha creduto e spinto per questo cambiamento, in particolare don Maurizio Patriciello, figura carismatica e tenace, il cui appellio a Meloni un anno fa ha catalizzato questa trasformazione. Le sue parole, “Io non ho mai rinnegato la lingua napoletana. Io stamattina o vec e nun o crer,” evidenziano una commozione profonda e una speranza rinnovata.

La riflessione di Meloni sulle parole del presidente della Regione Campania De Luca, che ha definito l’impresa una “passeggiata del governo”, aggiunge spessore alla discussione politica, ribadendo che l’efficacia e il rispetto della politica si misurano sui risultati tangibili.

Il dialogo tra governo e comunità locale appare quindi rafforzato, con la premier che ridimensiona le distanze formali, instaurando un rapporto diretto e sincero. Questo aspetto umano, mescolato alla determinazione politica, potrebbe segnare un’epoca nuova per Caivano, dove gli abitanti vedono trasformarsi un luogo di atrocità in un simbolo di rinascita e speranza.

Nel complesso, l’impegno di Meloni a Caivano non è soltanto una dichiarazione politica, ma anche un invito all’azione comune, che dimostra come, anche nei contesti più difficili, la determinazione e il sostegno delle istituzioni possano effettivamente guidare il cambiamento. Con l’inaugurazione di questo centro sportivo, si apre quindi non solo una nuova struttura, ma si gettano le basi per un futuro in cui lo Stato vince sul crimine, non con le parole, ma con fatti concreti e presenza costante.