175 views 3 mins 0 comments

Scandalo in Antimafia, Gasparri richiede le dimissioni di Cafiero De Raho

In POLITICA
Marzo 07, 2024

La situazione si fa tesa nelle alte sfere della Procura nazionale antimafia dopo le dichiarazioni critiche del Capogruppo di Forza Italia al Senato, Maurizio Gasparri, sulle funzioni e le responsabilità di Federico Cafiero De Raho. Con un intervento deciso e carico di implicazioni, Gasparri solleva un pesante velo di sospetto sulle attività svolte da Cafiero De Raho nel suo ruolo di Procuratore nazionale antimafia, mettendo in discussione la legittimità della sua presenza all’interno della stessa Commissione.

Nell’occhio del ciclone si trova l’operato di Cafiero De Raho, esposto a recenti scandali che hanno scosso la Procura nazionale antimafia. Gasparri, facendo riferimento alle parole del Procuratore generale Melillo, evidenzia una mancanza di azione da parte di De Raho durante una riunione considerata fondamentale, dall’importanza tale che avrebbe dovuto condurlo a esporsi con fermezza. L’atteggiamento ritenuto remissivo da Gasparri aggiunge quindi un ulteriore livello di preoccupazione sugli atti gestionali del Procuratore antimafia.

Il senatore non nasconde la propria inquietudine di fronte a quello che viene percepito come un conflitto di interessi, nonché di fronte alle rivelazioni inquietanti confermate anche da Cantone. La vicenda si fa ancora più intricata alla luce delle dichiarazioni sul tenente Striano della Guardia di finanza, che secondo le indagini non avrebbe agito in solitaria nel suo presunto coinvolgimento con giornalisti e membri interni alla magistratura per l’uso improprio di banche dati a scopo denigratorio.

La richiesta formulata è quindi quella di un intervento incisivo: Gasparri sollecita la necessità di rifondare e commissariare la Procura nazionale antimafia per mezzo di un’ispezione senza quartiere. L’implicazione è che le riforme dovrebbero portare a una purificazione e a un ristabilimento della legittimità dell’organo di controllo.

Non mancano le iniziative pratiche mirate a fronteggiare l’emergenza: il senatore di Forza Italia annuncia il proposito di richiamare l’attenzione sulla vicenda con decisione nella Commissione antimafia, spingendo affinché sia fatto pieno luce sulle responsabilità e sugli eventuali misfatti legati alla figura di Cafiero De Raho, includendo la sollecitazione al suo immediato allontanamento dalla Commissione.

Nel panorama politico attuale, tali eventi richiamano l’attenzione sull’etica delle istituzioni giudiziarie e sul ruolo cruciale della trasparenza e dell’integrità nel campo della giustizia, temi sempre più rilevanti nel dibattito pubblico e istituzionale. L’evolversi della situazione sarà, senza dubbio, seguito con grande attenzione da tutti gli attori coinvolti.