38 views 3 mins 0 comments

USA Superano la Cina come Principali Partner Commerciali della Germania

In ECONOMIA
Maggio 09, 2024

Negli anni recenti, il panorama commerciale globale ha offerto una serie di evoluzioni sorprendenti, con la Germania e la Cina a lungo saldamente posizionate ai vertici della cooperazione economica bilaterale. Tuttavia, il primo trimestre del 2024 ha segnato un cambio di scenario: gli Stati Uniti hanno scalzato la Cina diventando il partner commerciale più significativo della Germania. Secondo gli ultimi dati dell’Ufficio federale di statistica tedesco, gli scambi commerciali tra Germania e USA hanno raggiunto un impressionante totale di 63 miliardi di euro, a fronte dei 60 miliardi registrati nei rapporti con la Cina.

Questo sorpasso non è un evento isolato, ma il risultato di tendenze e strategie a lungo termine che rispecchiano la complessità delle relazioni internazionali e le dinamiche economiche in continuo mutamento. Nel 2023, la Cina aveva mantenuto la vetta, con un totale di scambi pari a circa 253 miliardi di euro, ma con un vantaggio sempre più esiguo rispetto agli Stati Uniti. L’incremento del commercio USA-Germania si deve in parte alla robustezza economica statunitense, che ha visto crescere le esportazioni tedesche verso gli USA, mentre quelle verso la Cina hanno subito un calo.

Jurgen Matthes, analista presso l’Istituto tedesco di economia di Colonia (Iw), ha commentato che la Germania sembra ora prediligere un “allontanamento dal rivale sistematico Cina verso un partner transatlantico”. Ciò è confermato anche dai cambiamenti nella produzione e esportazione tedesca: le aziende in Germania stanno spostando la produzione in loco per il mercato cinese, riducendo così la dipendenza dalle esportazioni.

L’impatto delle tensioni geopolitiche è un altro fattore cruciale in questi cambiamenti. Le dispute su Taiwan e altre questioni delicate hanno potenzialmente accelerato il riallineamento commerciale della Germania verso gli USA. Tuttavia, le presidenziali USA a fine anno rappresentano una variabile incerta: un eventuale politica isolazionista di un nuovo governo potrebbe frenare il flusso commerciale transatlantico.

Mentre la Germania rivolge il suo sguardo verso l’Atlantico, la Cina mostra segni di una economia sotto pressione. Nonostante un leggero miglioramento nelle esportazioni e importazioni di aprile 2024, le sfide restano notevoli. Stiamo assistendo a un’economia che, pur mantenendo un surplus commerciale considerevole, si confronta con una crescita più lenta, problemi di inflazione e una crisi immobiliare che non accenna a risolversi. Le misure di sostegno del governo, tra politiche monetarie prudenti e stimoli fiscali, testimoniano gli sforzi per stabilizzare il mercato interno.

Questo cambio di leadership nei partner commerciali della Germania non è solo una statistica economica, ma anche un segnale di come le grandi economie globali si stiano riposizionando nel contesto di rivalità geopolitiche e strategie di sviluppo interno. È una panoramica che va ben oltre i numeri, spaziando in una dimensione dove economia e politica si intrecciano inestricabilmente, delineando il futuro degli scambi internazionali e delle alleanze transcontinentali.