30 views 2 mins 0 comments

Antonio Gozzi Contesta l’Esclusione dalla Candidatura alla Presidenza Confindustria

In ECONOMIA
Marzo 27, 2024

Dopo l’inaspettata esclusione dalla corsa per la presidenza di Confindustria, Antonio Gozzi ha deciso di intensificare le proprie azioni legali facendo ricorso al collegio dei probiviri dell’organizzazione. La mossa juridica, formalizzata in data odierna, rappresenta l’ultima di una serie di tentativi da parte dell’industriale ligure di ristabilire la propria candidatura come leader dell’associazione che fa capo agli industriali italiani.

Il ricorso di Gozzi, presentato sia in qualità di candidato sia come presidente di Federacciai, il ramo dell’associazione specializzato nell’industria siderurgica, segue un precedente tentativo di contestazione attraverso una lettera dettagliata indirizzata ai probiviri il 18 marzo. Quel documento, per quanto esauriente, non era stato considerato formale e quindi non aveva avuto l’esito sperato da Gozzi.

Tuttavia, nemmeno un lungo incontro tenutosi ieri tra Gozzi e i probiviri, protrattosi per oltre due ore, è riuscito a fornire le risposte e la chiarezza richiesta dal presidente di Federacciai. Di fronte a tale impasse, la decisione di impugnare ufficialmente l’esclusione con un ricorso formale sembra essere la strada scelta per tentare di ristabilire i propri diritti come potenziale candidato alla presidenza.

Al centro del contenzioso vi è la sensazione, da parte di Gozzi e dei suoi sostenitori, di una mancata equità nel processo di selezione dei candidati. Lo svolgimento delle procedure pre-elettorali dentro Confindustria è sempre stato oggetto di attenzione dato il peso che l’associazione tiene nel panorama economico e politico nazionale. La decisione di escludere Gozzi dalla competizione ha pertanto suscitato non poco scompiglio, con alcune associazioni interne al sistema di Confindustria che hanno manifestato il loro sostegno nei confronti dell’industriale.

Resta da vedere come l’impassa verrà risolta dal collegio dei probiviri e quali saranno le ripercussioni sulla futura direzione di Confindustria. Se da un lato il ricorso di Gozzi potrebbe rivelarsi un precedente importante per le procedure di candidatura interne, dall’altro l’instabilità attuale solleva interrogativi su come l’associazione potrà mantenersi unita e focalizzata sui grandi temi che attendono l’industria italiana in un momento economico globale complesso e in piena evoluzione.