90 views 3 mins 0 comments

Azione si allea con il centrodestra: sostegno a Vito Bardi in Basilicata

In POLITICA
Marzo 18, 2024

In vista delle imminenti elezioni regionali in Basilicata, fissate per il 21 e il 22 aprile, il partito Azione ha ufficializzato il proprio sostegno alla candidatura di Vito Bardi, attuale presidente della Regione e membro di Forza Italia. La decisione è stata comunicata dal segretario lucano di Azione, Donato Pessolano, e dal consigliere regionale Marcello Pittella, evidenziando così un’importante alleanza all’interno della coalizione di centrodestra.

L’appoggio di Azione rappresenta un passo strategico nel panorama politico regionale, dove la competizione tra le forze politiche si preannuncia vivace. Il partito, guidato a livello nazionale da Carlo Calenda, si è distintamente posizionato a sostegno di Bardi, sottolineando la volontà di contribuire a un progetto politico che possa dare continuità all’operato dell’amministrazione uscente.

Durante l’annuncio, sono stati messi in evidenza alcuni punti chiave che hanno condotto Azione a scegliere il fronte del centrodestra, tra cui l’importanza del pragmatismo e della capacità di risposta alle esigenze concrete della regione. In questo contesto, la figura di Bardi è stata ritenuta la più adatta a rispondere a tali prerogative, avendo già dimostrato durante il suo mandato uno stile di governo orientato al risultato e all’efficienza.

L’alleanza con Azione può essere vista come un segnale di apertura e di rinnovamento all’interno della coalizione di centrodestra, che cerca di ampliare il proprio raggio d’azione includendo forze politiche che possano apportare nuove idee e stimoli. In questo modo, si intende non solo riaffermare la presenza sul territorio, ma anche attrarre elettori che desiderano un amministratore in grado di coniugare esperienza e innovazione.

La decisione di Azione si contrappone alle dinamiche politiche nazionali, dove le alleanze tra i diversi schieramenti sono in costante evoluzione e rimodulazione, testimoniando la specificità del contesto regionale e l’autonomia delle strategie locali.

Il sostegno annunciato costituisce dunque un elemento che potrebbe rivelarsi significativo nel contendere il consenso degli elettori lucani. I cittadini della Basilicata sono chiamati alle urne per decidere chi tra i candidati sarà incaricato di guidare la Regione per i prossimi anni. Con l’avvicinarsi della data elettorale, tutti gli attori politici intensificheranno le proprie campagne, delineando con maggiore chiarezza le prospettive future per la Basilicata. Nel mentre, la mossa di Azione rimette in luce il dibattito sul pluralismo all’interno dei poli politici e sulle coalizioni in vista del voto.