232 views 3 mins 0 comments

Israele verso la risposta all’Iran, ‘attacco imminente’, Teheran allerta le difese aeree.

In ATTUALITA'
Aprile 15, 2024
'La reazione sarà durissima'.

Israele prepara la sua risposta all’Iran, che ha già messo in allerta le sue difese aeree in previsione di un attacco imminente. Dopo l’offensiva di sabato, il governo di Benyamin Netanyahu sembra aver scelto la via della ritorsione, mentre Teheran avverte che la sua reazione sarà molto dura. Tuttavia, l’operazione militare di Israele si scontra con l’opposizione degli Stati Uniti e dei loro alleati, che hanno sostenuto Israele nella difesa del 99% dei proiettili lanciati dall’Iran. Il presidente Joe Biden ha ribadito la necessità di evitare un’escalation in Medio Oriente durante un incontro con il primo ministro iracheno alla Casa Bianca. Il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale, John Kirby, ha chiarito che gli Stati Uniti non sono coinvolti nella decisione di Israele di rispondere all’attacco iraniano. Nonostante le preoccupazioni internazionali, Israele è determinato a dare una risposta all’Iran. Il ministro della Difesa Yoav Gallant ha confermato che la risposta arriverà e il comandante dell’Idf Herzi Halevi ha avvertito che il lancio di droni e missili sul territorio israeliano non rimarrà senza conseguenze. Mentre Israele studia le diverse opzioni per la sua risposta, l’Iran ha messo in guardia il governo israeliano dalle possibili conseguenze di un altro attacco. Tuttavia, il premier Netanyahu ha assicurato che l’Iran dovrà aspettare nervosamente la risposta di Israele, che arriverà in modo saggio e calcolato. In questo momento cruciale, è importante scegliere un’opzione che non scateni una guerra regionale e che non venga bloccata dagli alleati occidentali. Israele deve tenere in considerazione le preoccupazioni degli Stati Uniti e degli altri alleati, ma allo stesso tempo deve proteggere i propri interessi e la sua sicurezza. Tra i possibili scenari, si ipotizza un attacco diretto sul territorio iraniano o su obiettivi legati al programma nucleare, ma anche operazioni contro gli alleati del regime degli ayatollah nella regione o azioni mirate sui capi delle Guardie rivoluzionarie. In ogni caso, l’Iran dovrà aspettare nervosamente e senza sapere quando potrebbe arrivare la risposta di Israele, proprio come ha fatto fare Israele in passato. In conclusione, Israele si prepara a rispondere all’aggressione dell’Iran, ma lo farà in modo ragionato e calcolato, tenendo conto delle possibili conseguenze e delle preoccupazioni degli alleati. L’Iran dovrà aspettare nervosamente la risposta di Israele e fare i conti con le sue azioni aggressive.

di Lib. Mat.