72 views 3 mins 0 comments

Strategie di Crescita: Il Fondo Italiano d’Investimento e l’Ingresso in Trinità

In ECONOMIA
Luglio 05, 2024

In una mossa di significativa portata imprenditoriale, il Fondo Italiano d’Investimento ha recentemente formalizzato l’acquisizione del 78% delle quote di Trinità – Industria Salumi, riconosciuto nome nell’ambito della produzione di salumi con radici profonde a Vallese di Oppeano, Verona. Questo importante investimento, veicolato attraverso il fondo Agri&Food (Fiaf), si presenta come un chiaro segnale delle ambizioni di espansione e consolidamento dell’azienda nel settore del foodservice sia a livello nazionale che internazionale.

L’operazione, ancorata al consenso dell’Antitrust, si traduce in uno schema di partecipazione ove, accanto al Fiaf, troviamo figure storicamente legate alla società: Sergio Verdelli Saccani detiene il 7,33%, seguito da Danilo Sarzi Amadè con il 5,73%, e minoranze variegate che comprendono Clara Zoppi, Omar e Greta Mazzurega, Yennifer Mazzurega, e Mara Zoni.

L’impegno del Fondo Italiano d’Investimento va oltre il mero aspetto finanziario; punta decisamente alla trasformazione strategica di Trinità attraverso l’adozione di un modello di gestione più strutturato e professionalizzato. Ciò comprenderà la valorizzazione delle risorse umane interne e una spinta verso l’integrazione e l’acquisizione di nuove realtà imprenditoriali che possano sinergicamente contribuire alla crescita del gruppo.

Danilo Sarzi Amadè e Sergio Verdelli Saccani, figure chiave nella storia di Trinità, continueranno a rivestire ruoli di spicco, rispettivamente come presidente e vicepresidente con deleghe operative, assicurando così una continuità gestionale che sarà fondamentale in questa fase di transizione e espansione.

Fondato nel 1982, Trinità ha dimostrato una capacità notevole di crescita attraverso ben 7 acquisizioni concentrate prevalentemente sul territorio italiano. L’azienda oggi gestisce 5 siti produttivi dislocati tra Veneto, Lombardia e Marche e impiega oltre 250 persone tra dipendenti e agenti. Il 2023 si è chiuso con risultati più che positivi, registrando un incremento dei ricavi del 30%, attestandosi attorno ai 70 milioni di euro.

Questa iniziativa di investimento del Fondo Italiano d’Investimento rafforza la posizione di Trinità nel competitivo mercato italiano del foodservice, aprendo le porte a un maggior orientamento verso i mercati esteri, in un’ottica di crescita sostenibile e integrata. L’accento sulla professionalizzazione dei ranghi aziendali e l’espansione per linee esterne e interne delineano un futuro promettente per Trinità, il cui percorso sarà seguito con interesse sia dal mercato che dagli osservatori economici.

Con queste premesse, l’azienda non solo consolida la sua eredità di eccellenza nella produzione di salumi ma si proietta con ambizione verso nuovi orizzonti strategici, confermando il ruolo cruciale del Fondo Italiano d’Investimento come catalizzatore di sviluppo e innovazione nel panorama imprenditoriale italiano.