41 views 3 mins 0 comments

Meloni difende l’andamento del PNRR: “L’Italia sta facendo bella figura”

In ECONOMIA
Marzo 20, 2024

Durante la seduta alla Camera, la premier Giorgia Meloni ha affrontato il tema del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), esprimendo soddisfazione sui risultati ottenuti dal governo e criticando coloro che sembrano non appoggiare tali successi. “Fortunatamente il PNRR non sta andando come qualcuno temeva o forse sperava”, ha affermato Meloni, suscitando l’attenzione dell’aula e ponendo l’accento su quanto sia ingiusto che ci sia chi non si rallegra dei passi avanti fatti dal nostro paese.

Nonostante la complessa situazione politica interna e le sfide imposte sul fronte europeo, la Meloni ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto finora dal suo governo riguardo al PNRR, indicando come gli sforzi abbiano assicurato che le rate previste dal Piano siano state pagate, nonostante gli ostacoli posti da alcuni critici. In particolare, ha fatto riferimento a una lettera inviata dalla presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, da parte di un’associazione studentesca che, durante una trattativa sugli studentati, suggeriva di non erogare la terza rata dell’assistenza finanziaria all’Italia.

La premier ha espresso incredulità di fronte a tali comportamenti, asserendo che in una nazione che punta a progredire collettivamente, atteggiamenti di disagio dovuti ai progressi nazionali andrebbero evitati.

Nel frattempo, il governo ha mostrato segni di irritazione verso il giudizio espresso dalla Corte dei conti sul decreto attuativo del PNRR, con fonti dell’esecutivo che hanno preannunciato una risposta ufficiale. Tale reazione pone in evidenza le tensioni interne tra le diverse istituzioni del paese.

In aggiunta, Meloni ha rassicurato che le risorse del PNRR destinate al settore sanitario non sono state ridotte. Difatti, è in corso una verifica sulla distribuzione delle risorse, con oltre 2 miliardi di euro ancora da assegnare, oltre a quelli già in fase di istruttoria. La premier ha chiuso il suo intervento con un appello all’unità e alla collaborazione, confidando che tutti gli attori politici e sociali del Paese possano contribuire a sostenere il cammino intrapreso grazie al PNRR.

Il dibattito in aula e le dichiarazioni della premier rappresentano un forte segnale del governo verso un impegno crescente per l’adempimento degli obiettivi stabiliti dal PNRR, un piano fondamentale per la ripresa economica e la modenizzazione infrastrutturale dell’Italia in questo periodo storico segnato da prove e sfide complesse.