15 views 2 mins 0 comments

Prezzi del Cacao Alle Stelle, Impatto Futuro sui Dolci Pasquali

In ECONOMIA
Marzo 26, 2024

La recente impennata nel costo del cacao, che ha sorpassato la soglia dei 10mila dollari per tonnellata, ha destato preoccupazione tra i produttori di cioccolato. Tuttavia, i dolci di Pasqua, già pronti e distribuiti, resteranno invariati nel prezzo per il consumatore. Secondo Riccardo Illy, presidente del Polo del Gusto e capogruppo di Domori, azienda specializzata in prodotti cioccolatieri di alta qualità, le conseguenze di questa fiammata sui prezzi si faranno sentire nel post-Pasqua; una situazione che getta incertezza sulla programmazione a lungo termine per le imprese del settore.

Le cause dell’aumento dei costi del cacao sono da attribuirsi a un mix di fattori. Fattori naturali come la siccità nei due maggiori paesi produttori, Ghana e Costa d’Avorio, e un’epidemia che ha colpito le piantagioni, specialmente in Costa d’Avorio, riducendone la produzione. A queste si aggiunge la situazione economica: un lungo periodo durante il quale il cacao è rimasto a un prezzo molto basso, circa 2.500 dollari la tonnellata. Questo non ha permesso ai produttori di rinnovare le piantagioni, essenziali per mantenere alta la produttività. Infine, l’aspetto finanziario, con i fondi di investimento che hanno speculato sul cacao aggravando la crisi.

La conseguenza diretta è che prevedere acquisti e produzione per le aziende del cioccolato, abituate a programmare con notevole anticipo, è divenuto un processo quasi impossibile, spingendole a prendere decisioni basate sul breve termine. Se il valore del cacao dovesse rimanere elevato, ciò potrebbe portare a un incremento nei costi dei prodotti cioccolatieri nei mesi a venire.

Non manca, tuttavia, una luce in fondo al tunnel. Secondo Illy, se il prezzo alto dovesse persistere, ciò permetterebbe ai produttori di avere le risorse per investire in fertilizzanti e in impianti di irrigazione, il che potrebbe aumentare la produzione successiva e potenzialmente portare a una riduzione dei costi.

La stagione autunno-inverno sarà quindi decisiva per il mercato del cacao e della cioccolateria. Le imprese dovranno navigare in queste acque agitate puntando su flessibilità e adattabilità in un settore, quello del cioccolato di qualità, dove la stabilità dei costi delle materie prime è sempre stato un pilar fondamentale.